Sport

(di Mauro Pasimeni)- Un Mesagne alla sua terza vittoria in quattro gare, vince per due a zero contro un Barletta che proveniva da una striscia positiva fatta di due vittorie e tre pareggi, l’ultima sconfitta risale nella prima gara di campionato, sul campo del Novoli.

 Il Mesagne era chiamato a riscattare la brutta sconfitta di Trani, una squadra che in casa viaggia ad una media promozione, scende in campo determinata, e attenta, cercando di non farsi prendere dalla fretta del cercare subito il gol.

Mister Ribezzi schiera dall’inizio, rispetto alla gara di domenica, Coccioli e Mummolo. Prima panchina della stagione per Boulam Hamadi.
Il primo tempo regala poche emozioni, infatti la prima azione degna di nota, risale al 34′, quando il biancorosso Fabiano colpisce di piatto dall’altezza del dischetto, ben servito da Rizzo, ma non riesce ad inquadrare la porta, e la sfera finisce sul fondo.
La risposta del Mesagne, sta tutta nel colpo di testa di Pascual, ma la sua conclusione, finisce al di sopra della traversa.
Il secondo tempo si apre all’insegna dell’equilibrio, sulla scia della prima parte di gara.
Ma a rompere questo equilibrio, ci pensa Gianluca Greco, che al minuto 8, da un cross dalla sinistra di Mummolo, attraversa tutta l’area di rigore, il portiere Di Candia non interviene, e il numero 7 gialloblù, è il più veloce di tutti ad anticipare i suoi marcatori, ed a depositare la palla del momentaneo vantaggio, per lui si tratta della terza marcatura stagionale.
La reazione del Barletta è sterile, e la difesa gialloblù, quest’oggi ha dato grande prova di compattezza, rispondendo alle critiche ricevute in settimana, difendendo agevolmente la propria porta.
Al 19′ della ripresa arriva il raddoppio targato Pascual. Dormita della difesa barlettana, che chiama un fuorigioco non ritenuto però tale dalla terna arbitrale, sullo stesso attaccante mesagnese, permettendo al numero nove argentino di controllare il pallone, e da posizione centrale all’interno dell’area di rigore batte il portiere Di Candia di sinistro, facendo terminare il pallone nell’angolino basso alla destra dell’estremo difensore biancorosso.
Mister Pizzulli prova a dare la scossa, ed effettua un doppio cambio Fabiano per Martinelli e Rizzo per Di Francesco, passando ad un 4-2-3-1. Ma le mosse del mister biancorosse, non danno quella svolta alla partita, anzi è di nuovo Pascual a sfiorare il gol del tre a zero, con una spettacolare semi rovesciata, che dal limite dell’area fa terminare la sfera di poco alto dalla traversa difesa dal portiere barese.
Sul finire e precisamente al 87′, arriva la nota negativa della partita. La squadra di mister Ribezzi rimane in dieci uomini, per l’espulsione del proprio numero sette Greco, a seguito di un intervento falloso commesso a centrocampo. Si tratta di un cartellino che non permetterà al giocatore mesagnese di scendere in campo domenica. Ma non sarà l’unico assente della partita. Anche Morleo, ammonito, sarà costretto a restare fuori poiché era già in diffida. Mister Ribezzi dovrà reinventarsi il centrocampo, in vista della delicata trasferta di domenica prossima contro l’Hellas Taranto.
Intanto il Mesagne ottiene una vittoria che rigenera un intero ambiente, si porta a quota nove punti in classifica, lasciandosi alle spalle lo stesso Barletta, il Trani, l’Otranto, l’H.Taranto, il Castellaneta, il Leverano, e il Grottaglie.
Mister Ribezzi commenta così al termine della gara: “Il primo tempo è stato tra i più belli, dal punto di vista tattico, due squadre perfette sia noi che loro. Sapevamo che il Barletta è una squadra quadrata, i soli sei gol presi, sono la dimostrazione della sua compattezza.
Noi siamo stati bravi, a far si, che le loro ripartenze non ci mettessero in difficoltà.
I miei ragazzi, sono stati veramente maturi , a lasciare pochissimo spazio al Barletta, per poi riuscire nel secondo tempo, come capita spesso quando giochiamo in casa, a ribaltare la situazione.
Fuori casa, c’è un qualcosa che ci blocca. Il non aver fatto punti fuori, è una cosa che ci fa rabbia. Sono state tre gare, dove noi abbiamo commesso diversi errori, e da martedì bisogna cercare di cambiare questo atteggiamento, quando andiamo a giocare fuori casa.
La vittoria di oggi è la vittoria di tutto il gruppo, dopo la partita di Trani abbiamo sentito un po’ di tutto, sembravamo non essere ne più giocatori, ne più allenatori. Nel preparare questa partita ci siamo uniti tutti, squadra, dirigenza, magazziniere, per cercare di riscattarci. Se abbiamo tutti la consapevolezza che questo gruppo ha dei limiti, e cercheremo di limarli giorno per giorni, partita dopo partita, possiamo fare grandi cose”.
Mister Pizzulli commenta così la gara: “Oggi il Mesagne ci ha aggrediti sin dal primo minuto, sono stati bravi ad spettare un nostro errore per poi ripartire, attaccandoci alto. Nel primo tempo abbiamo avuto noi l’occasione più importante, magari se fosse entrata quella palla, la partita poteva cambiare a nostro favore.
Il gol è stato un nostro regalo, perché la palla era nella nostra trequarti, stavamo uscendo sull’esterno, loro sono stati bravi ad aggredirci ed a ripartire, accompagnando velocemente l’azione in fase offensiva. Forse a noi è mancato questo accompagnare l’azione in fase offensiva con velocità. Dopo otto partite, compresa la coppa, dove la squadra ha mostrato brillantezza, prima o poi ci poteva stare una partita così, (non brutta), dove la squadra ha cercato di fare, quello che poteva fare.
Bisogna dare merito al Mesagne che è una tra le squadre più aggressive che noi abbiamo incontrato.
Ad ogni azione vedevi tre maglie gialle sul pallone, mostrando la fame tipica di una squadra che punta a salvarsi, come d’altronde lo siamo noi.
Il secondo gol è arrivato, a quanto dicono i miei ragazzi in fuorigioco netto, abbiamo cercato di accorciare le distanze nel finale, ma non ci siamo riusciti e il merito va al Mesagne, che in casa è alla sua terza vittoria, noi invece cercheremo di rivedere qualche atteggiamento”.
I tabellini:
MESAGNE: Muscato, Del Prete Matteo, Coccioli, Denisi, Angelè, Serio, Greco, Morleo, Pascual, Mummolo(Camisa), Membola(Del Prete Marco). A disposizione di Mister Ribezzi: De Carlo, Camisa, Allegrini, Boualam, Perlangeli, Zanzariello, Del Prete Marco.
BARLETTA: Di Candia, Di Pinto, Zingrillo, Lacerenza, Rizzi, Monopoli, Fabiano(Martinelli), Cantatore, D’Ambrosio, Ladogana, Rizzo(Di Francesco). A disposizione di Mister Pizzulli: Orizzonte, Cifaratti, Cesarone, Seccia, Martinelli, Gadaleta, Di Francesco.
GOL: 8′ St. Greco(M); 19’St Pascual(M)
AMMONITI: Del Prete Matteo, Coccioli, Serio, Morleo, Membola (Mesagne);
Fabiano, D’Ambrosio, Martinelli (Barletta)
ESPULSI: Greco per il Mesagne al 42′ st.
ARBITRO: De Martino di Napoli. Primo assistente:Fedele di Lecce. Secondo assistente:Colaianni di Bari
Questi i risultati della 7^ giornata:
Casarano 1 – Grottaglie 0
Locorotondo 3 – Trani 0
Novoli 1 – Altamura 0
Gravina 3 – Castellaneta 0
UC.Bisceglie 2 – Vieste 1
Otranto 0 – Mola 0
Molfetta 3 – H.Taranto 0
Mesagne 2 – Barletta 0
Leverano 0 – Bitonto 3
LA CLASSIFICA:
Casarano 15, Mola 14, Molfetta 12, UC.Bisceglie, Locorotondo 11, Vieste, Altamura, Bitonto 10, Novoli, Mesagne, Barletta 9, Trani, Otranto 8, H.Taranto 7, Castellaneta, Leverano 6, Grottaglie 4.
Novoli e Trani una gara in meno
Prossimo turno:
Barletta – Grottaglie
Altamura – Locorotondo
Castellaneta – Leverano
Mola – Gravina
Bitonto – Molfetta
UC.Bisceglie – Novoli
Vieste – Otranto
H.Taranto – Mesagne
Trani – CasaranoIMG_8007[1]

administrator

Related Articles