“LI FILI SO’ FILI”! Così dice la Madonna delle Rose a Filumena Marturano che l’affronta con tutta la disperazione di una ragazza sola rimasta incinta. Una ragazza che quando si era rivolta alle amiche si era sentita rispondere “Cce sta spietti? Ti llievi lu pinsieri… iu canoscu unu propria bravu”!

E’ la potenza delle parole e l’espressione più alta dei sentimenti umani trattati da Eduardo De Filippo nel suo capolavoro più grande e più rappresentato al mondo: Filumena Marturano. Rappresentata per la prima volta nel 1946, si rivela ancora oggi in tutta la sua attualità nella trattazione del valore universale della famiglia ma soprattutto per il riscatto delle donne da una condizione di inferiorità nei riguardi dell’uomo.

E’ con queste premesse che la Compagnia Nuovo Teatro porta in scena, giovedì 22 e domenica 25 febbraio presso il Teatro Comunale di Mesagne, il capolavoro senza tempo di Eduardo cimentandosi in un lavoro teatrale che richiede alta sensibilità e capacità di trasmissione dei sentimenti dei protagonisti: dalla fiera Filumena che domina tutta la scena con la sua rabbia e la sua ribellione, all’inerme Domenico Soriano che crede di poter dominare tutto e tutti ma che alla fine deve soccombere, suo malgrado, alla ragione dell’amore di padre.

In questo delicato esercizio teatrale sono circondati dai confidenti Alfredo e Rosaria Solimene nonché i tre figli di Filumena e tutti gli altri interpreti, ognuno calato perfettamente nel proprio ruolo. Siamo certi che anche in questa occasione l’impegno interpretativo e lo spettacolo fornito dalla Compagnia Nuovo Teatro saranno all’altezza della situazione e non mancheranno di divertire ed emozionare il pubblico presente. Appuntamento, quindi, al 22 e 25 febbraio in Compagnia Nuovo Teatro! Info: 3488158270

 IMG-20180201-WA0012