Ultimo giorno di Festa Patronale, stasera Giuliano Palma in concerto

L’Amministrazione comunale di Mesagne ha organizzato per l’ultima sera della Festa Patronale il concerto del cantante Giuliano Palma. Una chiusura col botto per turisti e mesagnesi che tornano nella nostra città. L’attesa è tanta e per dire la verità quest’anno, a differenza dello scorso anno, il clima è positivo rispetto alla proposta musicale. Segno che il direttore artistico Maurizio Piro ha colto nel segno individuando una persona che soddisfa i gusti di buona parte dei mesagnesi. Per racocntarvi la carriera artistica di Giuliano Palma, abbiamo fatto riferimento alle informazioni di internet. Si Legge: “Prima i Casino Royale, insieme ai quali – tra la fine degli anni ’80 e gli anni ’90 – ha pubblicato sette album (da “Soul of ska” del 1987 a “CRX” del 1997, recentemente tornato nei negozi per il ventennale). Poi la collaborazione con Neffa e con La Pina (insieme ai quali ha inciso rispettivamente “Aspettando il sole”, dal disco “Neffa & i messaggeri della dopa”, e “Parla piano”, dall’album “Piovono angeli”). Dunque i Bluebeaters, con i quali ha pubblicato otto dischi (l’ultimo è “Combo”, del 2009). Infine la carriera solista. Il cantante Giuliano Palma nasce a Milano il 2 Dicembre 1965 e cresce in Viale Zara con la sua famiglia.

Sin da bambino si appassiona di musica e di moto ma non rinuncia a giocare a calcio al Parco Sempione. Frequenta l’Istituto tecnico industriale Luigi Galvani di Milano. Amante dei cani, nel 2007, Giuliano Palma dedica la canzone Marvin Boogaloo al suo amato bull terrier appena scomparso. Odia i mezzi pubblici, ama passeggiare al parco ed è goloso di centrifugati. Non si separa mai dagli occhiali di sole dato che, come racconta lui stesso: “Gli occhiali ormai sono una seconda pelle, perché vado a letto abbastanza tardi e ho spesso le borse sotto gli occhi.”

Il grande successo: Giuliano Palma & The Bluebeaters

Nel 1998 Giuliano Palma lascia i Casino Royale per dedicarsi al progetto Giuliano Palma & The Bluebeaters, live band che rilegge successi della storia del pop in chiave ska, reggae e rocksteady. Sulla scia del successo riscosso dai concerti esce The Album (2000), che conquista il Disco d’oro e annovera i singoli Believe di Cher e Wonderful Life dei Black. Dopo un’intensa stagione di concerti segue Long Playing (2005), anch’esso Disco d’oro, che contiene i singoli Messico e Nuvole di Enzo Jannacci, Keep On Running e Come le viole.

Boogaloo (2007) è trascinato da Pensiero D’Amore di Mal e Tutta mia la città dell’Equipe 84. Quest’ultimo brano viene eseguito nello stesso anno dal gruppo in Piazza Duomo, nella serata finale della campagna elettorale di Giuliano Pisapia a sindaco di Milano. Nel 2009 esce Combo che contiene i singoli Per una lira e Un grande sole cantata con Samuel Romano dei Susbonica. Come solista Giuliano Palma pubblica quattro album: Gran Premio (2002), Old Boy (2014), Groovin’ (2016) e Happy Christmas (2017).

Numerose le collaborazioni e i duetti: con Neffa e i Messaggeri della Dopa in Aspettando il sole (1996), con la rapper Pina in Piovono Angeli (1998), con Caro Emerald in Riviera Life (2011), con Nina Zilli in 50mila (2009) e Per sempre (2011) in gara al Festival di Sanremo, con i Club Dogo in P.E.S. (2012). Nel 2014 partecipa al 64° Festival di Sanremo con il brano Così lontano / Un bacio crudele e si piazza undicesimo nella classifica finale. L’anno successivo collabora con il produttore Don Joe nel brano Come guardo una donna.

Related Articles