UFFICIO RECLAMI – “Multato perché pulivo la facciata e il marciapiede”

“Una multa di 50 euro per aver pulito il marciapiede e la facciata dalla polvere che gira nella periferia”. La sanzione gli é stata comminata nella giornata di pasquetta mentre effettuava l’attività di pulitura. È deluso Rodolfo Fanelli, 59 anni di Mesagne, residente in via San Lorenzo dopo che i vigili urbani lo hanno multato. Ieri mattina due vigili si sono presentati davanti la sua abitazione mentre era intento a lavare con una idropulitrice l’ingresso di casa. Rodolfo conosce bene il divieto di buttare acqua in mezzo alla strada. “Non stavo lavando la macchina ne stavo utilizzando molta acqua, secondo me è stata una multa esagerata. Io stavo pulendo altri invece che continuano ad imbrattare la citta non vengono multati – sbotta al telefono -. Andrò a pagare senza fare ricorso, ma lo trovo profondamente ingiusto – continua -. Nei pressi della mia abitazioni passano sempre tanti mezzi agricoli che lasciano per strada tante zolle di terra. Questa polvere me la ritrovo dappertutto. Ieri ho pensato di fare una pulizia più approfondita, ma probabilmente a qualcuno non è andato a genio questa mia scelts ed hanno chiamato la Polizia locale”. Fanelli è stato sanzionato perché “imbrattava la carreggiata e il marciapiede con acqua sporca che si depositava lungo le zanelle”, recita così il verbale.

Related Articles