Home Primo Piano UFFICIO RECLAMI – Due pesi e due misure – del Comitato Pro Parco Poti’ di Mesagne

UFFICIO RECLAMI – Due pesi e due misure – del Comitato Pro Parco Poti’ di Mesagne

da Cosimo Saracino
0 commento 130 visite

Riceviamo e pubblichiamo: Osservando quello che succede nella nostra splendida città (anche se in autunno si illumina un pò di meno) a molti cittadini innamorati della loro città nella sua interezza non sfuggono dei particolari; come mai una signora abbisognevole di verde per la sua abitazione, che si appropria furtivamente di una pianta ubicata in piazza dei commestibili (gesto da condannare senza scusanti) viene subito individuata, e invece al parco urbano, si possono compiere atti vandalici continuati senza che siano riconosciuti gli autori, con gravi ripercussioni sui contribuenti onesti che devono rifondere i danni soprattutto economici, per non parlare di quelli di immagine? Una domanda sorge spontanea, perchè tanta solerzia in Piazza Commestibili ed invece tanta inettitudine al parco? Si privilegia anche in questa occasione il centro storico e ci si dimentica delle periferie, eppure i cittadini con un po’ di materia grigia in testa pensano che anche qualche periferia è dotata di telecamere (parco urbano); cos’è allora che non va? Chi analizza le immagini delle telecamere? Perché sono così rapidi e attenti a vedere quello che succede nel cuore della città e invece ci si gira dall’altra parte quando si analizzano quelle del parco? Un vecchio proverbio dice “non c’è peggior cieco di chi non vuol vedere” (certo un po’ trasformato). Peccato !!! Individuare i responsabili dei continui atti di vandalismo, sarebbe stato un ottimo deterrente per tutti i potenziali malintenzionati, dando un segnale forte alla nostra bella cittadina, e avrebbe liberato gli onesti cittadini da ulteriori zavorre. Altro episodio: questa estate due giocolieri vengono subito allontanati dal centro storico mentre al parco i cittadini per poter far intervenire le forze dell’ordine per i diversi e continui problemi che si verificano, devono seguire un iter burocratico abbastanza complesso (raccolta firme con relativo deposito al protocollo del Comune e via discorrendo…). Un‘ultima cosa, ci diamo da fare e si rintracciano risorse finanziare per rifare lo spazio sportivo in villa comunale, mentre al parco…….. tutto tace lasciando lo spazio del campo di calcetto nella pietosa situazione in cui si trova, eppure si fa parte sempre della stessa “umana meraviglia“…
Il Comitato Pro Parco Poti’ di Mesagne

spazio

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da parte di questo sito web.

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND