Home Primo Piano Timidi segnali di ripresa per la New Virtus Mesagne

Timidi segnali di ripresa per la New Virtus Mesagne

La cronaca del match a cura di Alessio Aresta.

da Cosimo Saracino
0 commento 89 visite

Settimana dura in casa New Virtus segnata dal “serrate i ranghi” imposto dalla dirigenza a staff tecnico e squadra. Il lavoro in palestra comincia lentamente a migliorare dopo aver svuotato l’infermeria e la possibilità di alzare i ritmi in settimana consente di proporre una migliore continuità atletica nei 40 minuti di Castellaneta. Ranitovic si conferma ritrovato nelle prestazioni con un cast di supporto in graduale miglioramento: Taddeo (probabilmente il migliore di giornata) mostra i primi sprazzi del talento che tutto il territorio cestistico gli riconosce e finalmente si rivede anche qualche timido segnale del vero Angelini. Per questi ultimi due, la notizia migliore è la continuità di utilizzo (circa 32 minuti ciascuno): segno inequivocabile di un recupero in fase avanzata. Mancano all’appello i punti di Gallo e Hazners, che probabilmente segnano l’ottava caduta stagionale.

La New Virtus approccia la palla a due con Taddeo, Angelini, Hazners, Gallo e Ranitovic contro Balilli, Tonello, Vidakovic, Scekic e Bajc. Inizio con polveri bagnate da ambo le parti: ne vien fuori una partita che tarda a prendere vigore nel punteggio; si segna dopo quasi tre minuti grazie a Ranitovic (autore di 7 dei 14 punti segnati nel primo quarto), mentre la Valentino Castellaneta beneficia di 4 tiri liberi quasi consecutivi per sbloccare il proprio attacco. Accelera di colpo il match negli ultimi 4 minuti con Castellaneta che prova un primo allungo sul 10-5. La panchina mesagnese ferma subito la contesa temendo una nuova irrimediabile imbarcata: all’uscita del timeout, Crovace sostituisce uno spento Hazners e darà una sferzata di energia all’intera squadra. Il suo ingresso in campo corrisponde ad un parziale di 9 punti che fissa il punteggio su 11-19 per gli ospiti. Nel mezzo, a circa 27 secondi, l’unico vero neo della partita di Ranitovic che commette il secondo fallo, costringendo la panchina mesagnese a gestirne l’utilizzo per scongiurare un’uscita anticipata dalla contesa. É la volta del capitano Risolo in chiusura di primo quarto.

A cavallo di primo e secondo quarto è tempo di Angelini: la sua porzione di partita migliore. Entra Bellanova per un opaco Gallo e la New Virtus tiene botta al tentativo di recupero dei padroni di casa che toccano il -3 prima di essere ricacciati a -6 dall’unico squillo di tromba di Hazners. E’ il momento di azzannare la partita, ma non riesce la fuga ai mesagnesi, che per oltre un minuto non riescono a trovare il fondo della retina e devono poggiarsi sulle iniziative di Taddeo che fruttano due viaggi dalla lunetta. Il secondo è ossigeno puro, perché alla bomba di Tonello (momentaneo -4) risponde con un gioco da 3 punti che ricaccia indietro gli avversari. E’ una Virtus viva, vogliosa di battersi e non timida ai primi segni di aggressione (sportiva!) avversaria. Invece di scomparire dal campo, come successo nelle precedenti uscite, la New Virtus regge l’impatto agonistico avversario: non brilla nelle realizzazioni ma resta connessa alla partita. Si viaggia sui due possessi di distacco senza riuscire a strappare: ad un minuto dal termine si è di nuovo ad un solo possesso di vantaggio ed allora coach Romano ributta nella mischia Ranitovic. E’ il momento migliore dei padroni di casa: l’attacco giallo-blu è inceppato e si termina sul 31-32 di metà gara.

Il riposo lungo non smorza l’inerzia avversaria: Scekic e Vidakovic allungano sul +4, fino a che Taddeo decide di averne visto abbastanza mettendosi in proprio e lasciandosi sfuggire la voglia di scuotere i suoi in un fallo tecnico. La scossa arriva coadiuvata dal nuovo ingresso di Crovace per un evanescente Hazners: la partita ritorna sul filo dell’equilibrio. Stavolta è Castellaneta a tentare l’allungo, con Ranitovic e Taddeo pronti a rintuzzare fino al 48-48 di fine terzo periodo.

Inizia il quarto periodo con la reazione veemente di Castellaneta che fugge a tre possessi di vantaggio ad otto minuti dal termine. Romano ferma tutto con un timeout e Gualano e Taddeo mostrano agli avversari che stavolta non siamo in viaggio per fare da sparring partner. Si rientra a -3 e si rimane in scia fino a 4 minuti dal termine, quando Bajc e Cassano tentano un nuovo decisivo allungo. Mesagne mette a riposo Taddeo per i minuti finali e la mossa è azzeccata: perché con un suo canestro e dalla terza bomba di giornata di Angelini si rimette il muso avanti sul momentaneo +1 ad un minuto circa dalla fine. Purtroppo, manca lucidità nel finale per rispondere all’ultimo e decisivo canestro di Vidakovicda 3 che chiude la contesa.

TABELLINI:

SERIE C GOLD 8° GIORNATA: VALENTINO BK CASTELLANETA 71 – 68 NEW VIRTUS MESAGNE

VALENTINO BK CASTELLANETA: Carpignano n.e., Balilli 3, Labovic 3, Corino 2, Cassano 10, Tonello 8, Dettorre n.e., Vidakovic 17, Scekic 11, Ignarra, Bajc 17, Leogrande n.e.

NEW VIRTUS MESAGNE: Bellanova 3, Gualano 3, Pellecchia n.e., Ranitovic 21, Risolo, Hazners 4, Angelini 11, Crovace 3, Gallo 4, Zullo n.e., Taddeo 19.

 

spazio

Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND