Un palco, 6 band, una location favolosa e un pubblico, accorso da tutta la Puglia e da regioni limitrofe come CampaniaBasilicata Calabria, numeroso e altrettanto strepitoso! Il tutto racchiuso e unito per un’atmosfera unica e nello stesso tempo preziosa per il nostro territorio e per il movimento metal del Sud Italia!

Tenutosi Sabato scorso e giunto alla sua quarta edizione, il Breaking Sound Metal Fest, che rappresenta l’unico festival di genere dell’estate in Puglia, si è confermato come uno degli eventi più particolari e partecipati del cartellone dell’estate mesagnese.
Sul palco si sono alternati alcune delle migliori band metal nazionali e internazionali come i greciRotting Christ, i romani Novembre e i toscani Handful of Hate che sono stati supportati dal coinvolgimento di gruppi rappresentativi del territorio pugliese.
Il tutto condito dal verde dello splendido parco di Villa Cavaliere, location che ha accolto anche quest’anno, grazie alla consueta disponibilità della Cooperativa Alba, il divertimento di tutti gli appassionati del genere metal e non, sensibilizzando la città ad una forma di musica sperimentale e alternativa attraverso la creazione di una micro-città musicale all’interno della location stessa.

Lo scopo principale del progetto è sempre stato, infatti, unire tutti i mondi e tutte le culture nuove a questo genere all’insegna della buona musica e del sano divertimento, superando i tanto noti pregiudizi o il disinteresse generale e dando voce alle diverse realtà del territorio.

La strada intrapresa, osservando i primi risultati ottenuti, sembra essere quella giusta!

L’Associazione Culturale Breaking Sound, organizzatrice dell’evento, rivolge infine un particolare ringraziamento all’Amministrazione Comunale, al Sindaco Pompeo Molfetta, al direttore artistico Maurizio Piro e agli uffici tecnici comunali.