Home Attualità Sicurezza Zona industriale, incontro urgente tra Comune e Azim

Sicurezza Zona industriale, incontro urgente tra Comune e Azim

da Cosimo Saracino
0 commento 96 visite

  

Adesso finalmente qualcosa si muove. Dopo l’ennesimo furto ai danni di un’impresa della zona industriale e dopo i solleciti degli artigiani, capeggiati dal presidente del’Azim (associazione zona industriale mesagnese) Bruno Carriero, stamane si sono dati appuntamento per un confronto con gli operatori il Sindaco, l’assessore alle attività produttive Antonio Marotta e il consigliere comunale Gino Vizzino. L’incontro si è svolto nella ditta di proprietà del presidente dell’Azim e sul tavolo sono stati posti tutti i problemi che gli imprenditori sono costretti ad affrontare ogni giorno. Il più importante di tutti: la sicurezza. “Gli amministratori comunali – ha dichiarato a fine confronto il presidente Carriero – hanno preso degli impegni. Il Sindaco si è reso disponibile a convocare una Conferenza dei servizi con le forze dell’ordine per affrontare con loro il problema dei furti. Inoltre, gli abbiamo chiesto se la visione dell’impianto di sorveglianza di proprietà del Comune può essere effettuato durante le ore notturne dagli istituti privati presenti nella zona industriale”. Una soluzione che potrebbe superare l’empasse in cui è bloccata la video sorveglianza da anni. Le telecamere funzionano, i monitor furono collocati nel comando di polizia municipale ma la notte nessuno li guarda e i ladri girano indisturbati nella zona Pip. “Abbiamo chiesto anche di potenziare l’illuminazione nelle vie della zona industriale. Per gli altri problemi, invece, ci siamo aggiornati alla prossima settimana”. Un incontro sicuramente fruttuoso i cui risultati però devono essere verificati nei prossimi giorni. Nella giornata di ieri anche noi di Quimesagne avevamo lanciato una provocazione sostenendo che gli imprenditori della zona erano oramai rassegnati a subire i furti. Un commento della referente della CNA, Mary Capodieci, ci ha fatto capire che avevamo colto nel segno: “Da tempo la zona Industriale di Mesagne subisce dei furti e questo sinceramente non mi stupisce affatto anche perché, bisogna sottolinearlo, siamo allo sbaraglio da molto tempo – ha scritto la Capodieci nella nostra pagina Facebook -. L’A.Z.I.M. insieme ad altre associazioni tra cui CNA, da tempo ha sollevato il problema sulla video sorveglianza, ma senza venirne mai a capo. D’altro canto gli stessi imprenditori in questo periodo particolare di assenteismo da parte della nuova amministrazione e del suo Assessore alle attività produttive si sono rassegnati a vivere alla giornata e devo dire con rammarico che il termine rassegnazione è un termine perfettamente “Azzeccato “. Bisogna certamente chiarire che il problema della sicurezza è uno dei punti più importanti da risolvere, partendo dal presupposto che la crisi oggi spinge alcuni soggetti anche a commettere dei furti per poter dare da mangiare alla propria famiglia ma questa non è assolutamente una giustificazione . Ribadisco ciò che manca è il confronto tra amministrazioni ed associazioni bisogna programmare il futuro della nostra zona industriale partendo dalla sicurezza fino a portare sviluppo economico ed innovazione”. E oggi finalmente questa cosa è avvenuta. 

banner distante

Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND