Home Attualità Scuola, cultura e legalità: Il 1° Circolo Carducci ricorda il giudice Paolo Borsellino

Scuola, cultura e legalità: Il 1° Circolo Carducci ricorda il giudice Paolo Borsellino

da Cosimo Saracino
0 commento 130 visite

“Scuole: Cantieri di giovani eroi” è il titolo dell’evento organizzato dal 1° Circolo Didattico “G. Carducci” per il prossimo martedì 13 dicembre presso il Teatro Comunale di Mesagne a partire dalle ore 10,30.

Il Circolo Carducci ha indetto lo scorso 10 ottobre un Concorso interscolastico “1992-2022… dopo il temporale, spunta l’arcobaleno” rivolto a tutte le studentesse e gli studenti delle scuole di Mesagne al fine di favorire, sostenere e valorizzare percorsi, laboratori, proposte educative, didattiche e d’impegno nell’ambito della promozione della legalità e della cittadinanza democratica, con particolare coinvolgimento delle giovani generazioni. L’iniziativa è nata per ricordare e onorare la memoria del giudice Paolo Borsellino a cui è intitolato un plesso di scuola primaria del 1° Circolo, in occasione del trentennale dalla strage di via D’Amelio in cui persero la vita il giudice e i componenti della sua scorta.

Molti e significativi sono i lavori giunti dalle scuole di ogni ordine e grado del territorio a testimonianza di quanto i nostri alunni e le nostre alunne siano sensibili a queste importanti tematiche. Nel corso della manifestazione verranno premiati i primi classificati nelle tre categorie: scuola primaria, scuola secondaria di I grado e scuola secondaria di II grado.

La promozione del Concorso è anche il risultato della fruttuosa sinergia tra i diversi attori del territorio mesagnese: ha infatti avuto il patrocinio del Comune di Mesagne e della Provincia di Brindisi e è stato sostenuto dalla preziosa collaborazione della Fondazione San Giorgio, del Comitato interscolastico dei genitori e delle librerie “Lettera 22” e “La carica dei 101”.

Oltre alla premiazione l’evento rappresenterà un importante momento di formazione e crescita per la nuova generazione di Mesagne: studentesse e studenti potranno infatti dialogare con le personalità del nostro territorio che si sono distinte per l’impegno e la dedizione nella difesa e nella promozione dei valori della legalità, dal Procuratore Capo della Repubblica dott. Antonio De Donno al Prefetto dott.ssa Carolina Bellantoni e al Questore dott. Annino Gargano. Autorità a cui verrà consegnato un bassorilievo realizzato appositamente dall’artista e scultore Carmelo Conte che ha accolto da subito l’invito della Preside Patrizia Carra a collaborare a questo importante momento di riflessione per l’intera comunità educante di Mesagne.

Ospite d’eccezione, collegato a distanza, sarà il fratello del giudice scomparso, Salvatore Borsellino, testimone e divulgatore del coraggio che deve guidare le azioni e i cuori dei nostri giovani perché “la paura è normale che ci sia, l’importante è che sia accompagnata dal coraggio”. L’evento sarà preceduto da un momento più ristretto presso il plesso di scuola primaria “Paolo Borsellino” dove verrà scoperta una targa in onore del giudice, realizzata sempre dall’artista Carmelo Conte.

spazio

Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND