Le celebrazioni per Sant’Antonio Abate in tempo di pandemia

La Confraternita San Leonardo Abate si fa carico di mantenere vivo, da data immemorabile, il culto al grande Padre del deserto, Sant’Antonio Abate. Questa tradizione è ravvivata dal Padre Spirituale Don Salvatore Tardio che, attraverso la preghiera e la catechesi, forma i confratelli e le consorelle, consegnando loro un modello di santità che ancor oggi è molto attuale per ogni credente.
Nella chiesa dei Domenicani, la SS. Annunziata, in occasione della memoria di Sant’Antonio di domenica 17 gennaio, si celebreranno le messe alle ore 8,00 ed alle ore 11,00.  Alle ore 10,30, vi sarà all’esterno, nel campetto, tempo permettendo, la benedizione degli animali domestici.
Ci sono cari gli echi dei colpi scuri mattutini annunciavano la festa e il dono del pane benedetto di Sant’Antonio Abate. Quest’anno la pandemia, rendendo impossibili ed illegali gli assembramenti, impone regole che vietano la condivisione o il “passarsi” il Pane, sia pur utilizzando le massime misure di protezione. Pertanto si è creduto opportuno evitare. La Confraternita di San Leonardo Abate, comunque, non si esime dall’essere sostegno e aiuto a quanti sono nel bisogno, donando quanto si sarebbe dovuto spendere per i fuochi e il pane perché, attraverso il Parroco e la Caritas parrocchiale, possa giungere un aiuto a chi vive situazioni di bisogno e precarietà.
A S. Antonio ed alla Sua intercessione noi ci affidiamo, perché possa liberarci da questa pandemia che tanto lutto sta provocando, lasciando strascichi inquantificabili di povertà, disoccupazione e solitudine.

administrator

Related Articles