INCONTRO omsDAL COMUNE: Riparte il percorso di Mesagne per essere sempre più «Città della Salute». La nostra città aderisce da diversi anni alla «Rete della città Sane OMS» (Organizzazione Mondiale della Sanità), un circuito di Comuni particolarmente attenti a migliorare il livello di salute dei propri cittadini. Aderire alla Rete OMS significa investire nel comprendere e migliorarne le condizioni di salute della popolazione locale con studi di settore ed iniziative concrete che possano incidere sugli stili di vita e sulla riduzione dei rischi che possono compromettere una piena salute «nel corpo, nella mente e nel sociale» (definizione di “Salute” OMS del 1948).

Nei gironi scorsi il dott. Vito Lenoci, consigliere comunale delegato alla Sanità, ha raggiunto Foggia, città che coordina il progetto a livello regionale, per un coordinamento della Rete Città Sane. Nell’incontro si sono diffuse le linee future che la Rete adotterà in Puglia e nell’intero territorio nazionale a partire dal tema scelto quest’anno della «Promozione e diffusione dei corretti stili di vita».

Un obiettivo complesso per raggiungere il quale – si è spiegato nell’incontro – è necessario che ogni realtà locale individui un «Profilo di salute» dei propri cittadini e programmi un «Piano di Salute» con iniziative pratiche e concrete al fine di migliorarne le condizioni cambiandone le abitudini e gli stili di vita.

«Migliore gli stili di vita per ridurre i fattori di rischio per la salute è un obiettivo ambizioso e di primaria importanza che come Amministrazione Comunale abbiamo in animo di sviluppare» ha spiegato il consigliere Lenoci. «Vorremmo partire dalla “corretta alimentazione”, affrontando due grossi temi come la lotta allo spreco alimentare e dell’educazione alla corretta alimentazione. Per fare questo – spiega Lenoci – cercheremo il coinvolgimento di tutta la città partendo dalle scuole e dalle attività di ristorazione».

Nel prossimo giugno si terrà una importante manifestazione regionale delle Città OMS che vedrà protagonista anche il nostro Comune mentre nel prossimo ottobre prederà il via una convenzione nazionale che si concentrerà sul tema dell’esponenziale aumento delle malattie neurodegenerative soprattutto nel mondo degli anziani.

«Anche su questo tema specifico nei prossimi mesi potranno esserci delle concrete novità – ha fatto sapere Lenoci – mutuando anche a Mesagne l’esperienza di un percorso in uno dei giardini pubblici della città per allenare la memoria e le capacità cognitive degli anziani e prevenire, o rallentare, questi fenomeni».