Rifiuta di calzare la mascherina, intervengono i vigili urbani

Momenti di tensione si sono vissuti sabato sera presso un noto supermercato di Mesagne tra un avventore ed il personale addetto alla media struttura di vendita peraltro in orario di punta considerato il giorno prefestivo.
Una donna M.E. dell ’80 residente in una città non della Puglia, veniva invitata dal personale interno ad indossare correttamente la mascherina. Di tutta risposta riceveva protervie risposte rifiutando l’invito.
A quel punto viene chiamato il Comando della polizia locale che invia la pattuglia sul posto. Gli Agenti dopo un rinnovato invito , venivano verbalmente aggrediti gratuitamente. La stessa signora, a dir poco indisciplinata non esibiva alcun documento di identità continuando ad avere un atteggiamento di sfida ed arrogante verso gli agenti .
Gli stessi, visti andati nel vuoto i reiterati inviti procedevano alla denunzia alla Autirita Giudiziaria per non aver declinato le proprie generalità. Inoltre, veniva accertata la violazioni amministrativa derivante dal dpcm emergenza coronavirus con sanzione pecuniaria di euro 400,00.

“Mi auguro – ha commentato il Comandate Teodoro Nigro – che atteggiamenti di questo tipo in un momento, in cui si ha l’obbligo di indossare correttamente la mascherina, sia unico e quanto mai raro. Auspicabile, oltre al diffuso senso civico di appartenenza ad una comunità non solo quella locale, che primeggi sempre la condotta diligente e molto prudente verso le disposizioni delle Autorita da parte di tutti i cittadini siano essi residenti, domiciliatari o dimoranti o semplicemente di passaggio”.

administrator

Related Articles