Il Presidente Mattarella premia Monica Priore per il suo impegno nello sport contro il diabete

 

monica_priore_quimesagneMonica Priore, 40 anni (Mesagne), questa mattina ha ricevuto dalle mani del Presidente della repubblica, Sergio Mattarella, l’alta onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Il Presidente Mattarella “motu proprio” ha deciso di conferire il premio: “Per la testimonianza dell’importante contributo dello sport nel superamento dei limiti derivanti dalla malattia”. Monica Priore è campionessa di nuoto, da quando aveva 5 anni convive con il diabete di tipo 1.

Ha effettuato in questa disciplina diverse imprese come la traversata dello Stretto di Messina (5 km in meno di 2 ore) e quella della Capri – meta di Sorrento (22 km in 6 ore e 30). Per raccontare la sua esperienza Monica ha scritto una autobiografia “Il mio mare ha l’acqua dolce” nella quale descrive la sua vita a partire dalla diagnosi fino alle recenti imprese sportive. Ha girato le scuole per presentare il suo libro e il suo messaggio socio-sportivo.

Monica ha raccontato le sue emozioni in un post sul gruppo facebook “Monica Priore fans club” scrivendo: “Emozionata è dir poco, quando ieri sono stata chiamata dalla segreteria del presidente Mattarella, che mi ha comunicato che sono stata nominata Cavaliere dell’ordine al Merito della repubblica Italiana, per fortuna ero seduta perché ho quasi avuto un mancamento. Voglio dedicare questo riconoscimento alla mia famiglia e a tutti i ragazzi diabetici sparsi per l’Italia, alle loro famiglie e ai loro medici. È un riconoscimento che va a tutti! Grazie di vero cuore”. Il Presidente della Repubblica oggi ha conferito 40 onorificenze. Storie di impegno, solidarietà, promozione della cultura e della legalità. Dalla 90enne Emma Alatri che dalla comunità ebraica racconta gli orrori dell’odio razziale al diciottenne Francesco Morelli che ha salvato otto persone tra le macerie di Pescara del Tronto pochi minuti dopo il terremoto. E poi la nostra concittadina Monica Priore arrivata all’attenzione della segreteria del Presidente della Repubblica grazie ad una lettera scritta dall’allora presidente del consiglio comunale Fernando Orsini il 20 novembre 2014.

L’avvocato Orsini appresa la notizia ha così commentato la bellissima iniziativa: “Beh, una volta si diceva che quando una notizia l’ha data il telegiornale, era di dominio pubblico e poteva essere svelato tutto. Oggi, nell’era dei social, si viaggia più velocemente e quindi si può annunciare tutto prima degli stessi telegiornali.

Giusto due anni fa chiesi al Presidente della Repubblica Napolitano di concedere “motu proprio” la prestigiosa onorificenza dell’Ordine al Merito della Repubblica a Monica Priore, convintissimo che lei meritasse appieno quel riconoscimento per tutte le motivazioni esplicitate nell’istanza.

Sono stato sempre fiducioso e quando periodicamente in questi due anni telefonavo al Segretariato generale della Presidenza della Repubblica per chiedere lo stato dell’istruttoria, ogni volta aggiungevo “qualcosa in più” che Monica aveva fatto nel frattempo, convinto che il Presidente – come poi in effetti si è verificato – lo avrebbe valutato attentamente.

La telefonata ricevuta ieri sera dalla Presidenza della Repubblica con la quale mi è stato comunicato l’accoglimento dell’istanza (e quella che poi a mia volta ho fatto a Monica) mi ha commosso, è stata per me sicuramente una delle notizie più belle del 2016 ed una delle cose che ricorderò di più dell’allora mio incarico istituzionale di Presidente del Consiglio comunale.

Sono felicissimo per Monica, per la sua famiglia, per i suoi numerosi fan sparsi in tutta Italia, lo sono anche per la nostra #Mesagne che da oggi, grazie ad una donna forte, determinata e generosa, salirà ancora uno scalino in più nella considerazione generale.

Nell’abbracciare fraternamente Monica, mesagnese doc, esprimo a lei le felicitazioni più affettuose ed al Presidente Mattarella ed alle funzionarie della Presidenza della Repubblica (quante mie telefonate, sempre con gentilezza e cortesia, hanno raccolto in questi due anni!) la gratitudine più sentita”.

Related Articles