Home Cultura Presentato a Milano il libro “Quorum Rosa”, tra le protagoniste la mesagnese Maria Concetta Volpe

Presentato a Milano il libro “Quorum Rosa”, tra le protagoniste la mesagnese Maria Concetta Volpe

da Cosimo Saracino
0 commento 148 visite

(di Sara Calvano) – Quorum Rosa, condominio al femminile (edito da LibriCondominio, maggio 2022) è un libro, nato come progetto editoriale da un’idea di Daniela Zeba (amministratore condominiale di Ravenna e giornalista freelance) con prefazione dell’ Avv. Ylli Pace e dell’ On. Avv. Roberto Cataldi. La novità è che l’opera ha coinvolto ben 17 studi di donne, professioniste del condominio, operanti in diverse regioni d’Italia, dal Friuli alla Sicilia. Ogni professionista ha scritto un capitolo e fornito la propria testimonianza, dando vita ad uno spaccato significativo che mira alla tutela ed alla dignità della professione dell’amministratore e alla completa rifondazione dell’istituto giuridico del condominio. Tra gli studi coinvolti anche quello della dott.ssa Maria Concetta Volpe, amministratrice di condominio, che ha personalmente contribuito alla nascita del progetto editoriale. «Sono lusingata ed emozionata di avere avuto l’opportunità di dare il mio apporto a questo importante progetto che ha lo scopo» – spiega Maria Concetta Volpe – «di valorizzare la categoria degli amministratori, di dare dignità ad una professione agli occhi dei condòmini, dell’opinione pubblica e delle istituzioni.  Il mio contributo è un “viaggio guidato nella scoperta e nella gestione delle emozioni” e fornisce al lettore un nuovo volto dell’amministratore come guida “emotivamente intelligente” capace di riconoscere e gestire non solo le proprie emozioni ma anche quelle dei condomini, e di trasmettere agli stessi gli strumenti per riconoscerle e gestirle in maniera intelligente».

Del gruppo fanno parte non solo amministratrici, ma anche un avvocato e un tecnico ingegnere-architetto e coach, formatrici ed anche TikToker (Milli in Condominio). Le autrici si propongono di diffondere una profonda e diversa cultura del condominio, con garbo e leggerezza, attraverso storie dolci-amare, esperienze forti, intuizioni e soluzioni, nell’ottica di creare consapevolezza nell’opinione pubblica e nelle istituzioni e portare un vento di rinnovamento in un ambiente da sempre poco incline al cambiamento. È un progetto ideato e creato da donne, ma non mira all’affermazione delle quote rosa, bensì all’affermazione del valore, rosa, azzurro o arcobaleno che sia. Suo malgrado Quorum Rosa, a causa del messaggio di forte impatto emotivo, è destinato a diventare un movimento culturale che porti a condividere idee e valori, a prescindere dal sesso. L’obiettivo è far comprendere la funzione sociale del ruolo dell’amministratore, perno fondamentale del patrimonio immobiliare italiano. Spesso lo si dimentica, ma attorno al condominio ruota una discreta percentuale di PIL, e l’importanza dell’amministratore di condominio non può prescindere da un’inversione di tendenza, che miri a valorizzarlo in maniera proporzionale alle sue responsabilità e alla mole di denaro che gestisce, nell’interesse della collettività. L’ obiettivo è arrivare al cuore dell’opinione pubblica e diffondere con garbo e amore un messaggio positivo, per cambiare l’attuale scala di valori che vede l’amministratore all’ultimo gradino delle professioni. Il libro parla di talenti, ma anche di coraggio, perché “ci vuole coraggio per arrivare al cuore della gente”. Il messaggio di Quorum Rosa è universale e vuole toccare il cuore non solo degli amministratori, ma anche e soprattutto dei condomini e delle istituzioni, perché in un’ottica olistica, tutte le parti in gioco concorrono alla qualità della vita in condominio, che, per l’importanza sociale che assume, merita il riconoscimento legislativo di un vero e proprio istituto, regolamentato in maniera autonoma. Le autrici puntano all’unione di una categoria polverizzata in una miriade di associazioni: niente divisioni, né di genere, né di bandiera, né di casacca. Il loro messaggio abbraccia chiunque vorrà impegnarsi per l’evoluzione e l’innovazione della professione.

Il progetto è stato presentato sabato 21 maggio a Milano, in occasione di un evento formativo per amministratori di condominio ed è già stato premiato il 5 giugno u.s. dalla Norman Academy (associazione no-profit che ha come fine quello di divulgare l’eccellenza ai cultori delle scienze, arti ed ogni altra lodevole attività svolta per la pace ed il progresso sociale).

Come precisato nell’introduzione, il testo è una sorta di giro d’Italia con “17 tappe, 17 capitoli, 17 storie di donne che con 17 sfumature diverse offrono un affresco inedito del condominio e della loro professione, amata, ma con qualche nodo irrisolto, che porta il lettore a riflettere. È un viaggio che dovrebbero intraprendere sia i condòmini che i rappresentanti delle istituzioni, perché testimonia quanto valore, fatica e sudore ci sia dietro una professione spesso ed a torto irrisa, sottovalutata e maltrattata. È viaggio che ha una meta: scuotere menti, abitudini e consuetudini e facilitare l’affrancamento sociale e professionale dell’amministratore di condominio. È un viaggio al femminile, in valigia non c’è solo l’indispensabile: la mente razionale, funzionale all’obiettivo; in valigia c’è anche il dovuto spazio a cuore e pancia: passione e istinto, con quel tratto intimista e liberatorio, sincero e diretto, che attraversa emozioni, sentimenti ed esperienze, che racconta di vittorie, di sconfitte, di gioie e di dolori con delicatezza, ma spietata lucidità. È un viaggio di gruppo in terre amene ed inesplorate, perché dimostra che l’aggregazione e l’unità d’intenti per raggiungere la meta è possibile, anzi è indispensabile per ottenere adeguato riconoscimento del ruolo e della dignità dell’amministratore di condominio”

banner distante

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da parte di questo sito web.

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND