Ottobre mese della Mediazione Familiare

La situazione di emergenza da Coronavirus ha portato le famiglie a sperimentare una convivenza prolungata che, se da una parte è stata l’occasione per approfondire le relazioni e dedicare più tempo al partner e ai figli, dall’altra ha fatto emergere difficoltà relazionali e di convivenza che insieme allo stress ed alle preoccupazioni per il presente e per il futuro hanno fatto esplodere dinamiche conflittuali già esistenti o lasciato emergere quelle latenti.

Molte convivenze familiari che si tenevano in piedi sulla base di equilibri precari, spesso favoriti dal fatto che uno dei due genitori o entrambi passavano poco tempo in casa a causa del lavoro, hanno dovuto fare i conti con le piccole e grandi difficoltà e incomprensioni che la convivenza ha evidenziato portando spesso alla decisione di mettere fine ai rapporti ormai logorati.

La fine del lockdown ha infatti visto una impennata di richieste di separazioni e nella maggior parte dei casi si tratta di famiglie con almeno un figlio. Poiché spesso il conflitto genitoriale può precedere di anni la separazione non sempre restare insieme per i figli è la soluzione più giusta. Secondo i ricercatori infatti non è tanto il divorzio o la separazione in sé a causare problemi ai figli ma lo è molto di più l’esposizione dei bambini a conflitti, litigi e dispetti tra i loro genitori.

Se la separazione è la soluzione migliore allora tutelare i propri figli dovrebbe essere l’obiettivo primario da tenere presente, in questo caso rivolgersi ad un Mediatore Familiare può essere la soluzione più adeguata.

La Mediazione Familiare accompagna ognuna delle parti, in un percorso che, focalizzando l’attenzione sul presente e sul futuro, si occupa in particolare delle nuove esigenze della famiglia e dei figli durante e dopo la separazione. Il mediatore familiare è un professionista che aiuta i genitori a valutare la praticabilità delle reciproche proposte, con i possibili benefici o difficoltà per i figli e la famiglia tutta. Rivolgersi al mediatore familiare contribuisce a salvaguardare il diritto dei figli ad avere una relazione costruttiva con entrambi i genitori.

Per tutto il mese di Ottobre, A.I.Me.F. Associazione Italiana Mediatori Familiari promuove eventi dedicati e momenti di confronto sulla mediazione familiare.  “Ottobre A.I.Me.F.” aderisce anche al Conflict Resolution Day proclamato a livello internazionale dall’Association for Conflict Resolution, che si celebra il terzo giovedì di Ottobre di ogni anno, quest’anno giovedì 15 ottobre.

In questi giorni in tutta Italia i mediatori familiari A.I.Me.F., sono gratuitamente a disposizione di tutti coloro che non conoscono cosa sia la Mediazione Familiare o pensano che una crisi di coppia si risolva solo in Tribunale.

Chi volesse saperne di più può cercare il Mediatore Familiare nella propria zona consultando l’elenco sul sito dell’A.I.Me.F. oppure scrivere una mail a comefam@hotmail.com per partecipare all’incontro informativo on – line tramite la piattaforma google meet  che si terrà nella Giornata Nazionale della Mediazione Familiare giovedì 15 ottobre alle ore 18,00.

Dona 20,00 € Dona l'importo che vuoi tu! Dona 10,00 € Dona 5,00 € Come funziona PayPal

Related Articles