Nigro: “Rispettiamo le indicazioni da zona rossa”

Che la situazione non sia delle migliori dal punto di vista della ” battaglia” in atto contro il subdolo e pericolosissimo killer noto come virus covid -19 , è notizia attuale . Preoccupante poi è il persistere dei decessi giornalieri che hanno indotto le autorità ed i massimi rappresentanti delle istituzioni locali e nazionali a dover considerare la Puglia , regione a limitazione rossa.
Ciò che , in questa sede , si vuole raccomandare, è mantenere ed ancor più consolidare il convincimento di avere condotte fortemente limitative della cd libera uscita in città. E non può bastare un timido raggio di sole in giornate prefestive e festive per interessare i luoghi a verde della città di Mesagne passeggiando o per far giocare i propri figli in villa non curanti delle regole di distanziamento o di quelle relative alla idonea e funzionale capacità di indossare la mascherina presidio obbligatorio di protezione.
La vicenda della Sardegna dovrebbe insegnare con quale e repentina velocità si è passati dal regime del colore bianco al colore rosso!
La comunità mesagnese ha sempre mostrato segni univoci e concordanti nel rispetto delle norme anti covid nei mesi passati seguendo, peraltro ma non solo , le puntuali raccomandazioni del Sindaco Toni Matarrelli piu volte apparso anche per il tramite dei social network più diffusi sull argomento .
Di fatto lo scorso week end ho visto un allenamento delle diffuse condotte di divieto e di restrizione in molti spazi pubblici che non hanno giustificazioni e che evidenziano un palmare disaccordo con i tanti imprenditori , commercianti ed artigiani porsi rispettosi delle norme di chiusura totale . Con quello che significa anche sul piano morale e psicologico .
Nasce pertanto opportuno l invito alla massima prudenza in città: purtroppo questa permanente pandemia, vera iattura planetaria, deve continuare a tenerci sulla corda.
Spiace vedere , rinnovate, azioni di controllo con sanzioni per comportamenti superficiali ed incoscienti . La polizia locale , sotto il coordinamento della Autorita provinciale di pubblica sicurezza, continuerà con determinazione il controllo del territorio.
Il mio , il nostro augurio rimane , pressante , di attendere con scrupolo ed alto senso civico alle restrizioni imposte dalla legge. Il contagio , rapido, va ostacolato ad ogni costo.
Pertanto qualche altra settimana di stringente sacrificio della propria ed altrui libertà ci consentirà, nel ” piccolo” della laboriosa comunità mesagnese , di contribuire all ‘allenamento su base regionale delle misure coercitive e poi , complice la campagna di vaccinazione, di poter sperare in un parziale rientro alla vita normale oggi per molti , direi per la quasi totalità degli umani , un ricordo.
L invito rinnovato è e rimane di dedicarsi ai propri cari negli ambienti privati limitando le uscite ai soli casi di stretta necessità.

administrator

Related Articles