Nella nostra città sono 106 le persone attualmente positive

Emergenza epidemiologica: il punto della situazione in Italia, in Puglia, in provincia di Brindisi, con uno sguardo particolare rivolto a Mesagne, dove oggi si registrano 4 nuovi casi e 6 guariti.

Nella nostra città sono 106 le persone attualmente positive: di queste, 8 richiedono cure ospedaliere; 2 di loro versano in condizioni critiche, altre 2 presentano sintomi importanti.

banner distante

La terapia del plasma iperimmune rientra nel progetto sperimentale avviato dalla Regione Puglia per combattere il Covid-19. Si tratta di una possibile cura che utilizza il plasma prelevato da soggetti donatori guariti dal Coronavirus e lo somministra a pazienti ancora affetti da Coronavirus. La trasfusione serve per trasferire gli anticorpi anti-SARS-CoV-2, sviluppati dai pazienti che hanno sconfitto il virus a quelli con infezione in atto, che non ne abbiano prodotti di propri.
Per coloro che sono guariti dal virus l’invito è a donare il plasma.

Agli inizi della prossima settimana saranno divulgati modalità e criteri attraverso i quali l’Amministrazione Comunale erogherà i buoni spesa natalizi alle famiglie mesagnesi che hanno maggiore bisogno. Si tratta delle risorse comunali inizialmente previste per le luminarie cittadine, che si cumuleranno con i fondi del Distretto Urbano del Commercio e potranno essere spese esclusivamente nei negozi di Mesagne per l’acquisto di prodotti di ogni genere, a 360°. Nei prossimi giorni saranno erogati anche i “Buoni Spesa” con fondi stanziati dal Governo per l’acquisto di beni alimentari e di prima necessità.

È tornata attiva la raccolta fondi pro-emergenza Covid-19: le risorse saranno destinate ai concittadini in maggiori difficoltà economiche. Le donazioni potranno essere effettuate utilizzando il seguente codice Iban: IT27P0760115900001029179791 con la causale “Raccolta fondi pro-emergenza Covid-19” intestato a “Parrocchia Mater Domini Caritas”.

Continuiamo ad osservare tutte le misure previste per prevenire e contenere la diffusione del virus: prudenza e senso di responsabilità ci aiuteranno a superare anche questa fase dell’emergenza sanitaria che gli esperti definiscono “di picco”.

administrator

Related Articles