COMUNICATO STAMPA del 13.01.2015  – OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO

Sono umanamente mortificato per le multe comminate alle attività commerciali nel centro storico in questi giorni. Ritengo che lo strumento sanzionatorio non sia, in generale, il modo migliore per risolvere i problemi, fermo restando che il Comando della Polizia Locale è tenuto a far rispettare sempre e comunque le regole.

Relativamente al tema in oggetto, ribadisco in via preliminare che è ferma volontà di questa Amministrazione sostenere nei modi e nei termini consentiti dalla Legge, tutte le attività commerciali, in quanto bene prezioso per un progetto complessivo di rilancio della nostra economia; ciò vale in particolare per il Centro Storico.

In questo senso questa Amministrazione aveva già dato alcuni segnali concreti: l’abbattimento della Tassa Occupazione suolo pubblico (TOSAP) del 50% e la localizzazione nel Centro Storico di una sequenza mirata di iniziative di intrattenimento e spettacolo.

Relativamente all’occupazione del suolo pubblico, è evidente che scontiamo la mancata adozione di uno strumento normativo in grado di mettere ordine in una questione complessa e delicata che chiama in causa molteplici e legittimi interessi e su cui non avremmo certamente dovuto perdere il tempo che abbiamo perso.

Utilizzerò l’emergenza determinatasi al di la delle nostre responsabilità per recuperare il tempo dissipato, sperando di contemperare le legittime esigenze dei commercianti, dei residenti ed il rispetto dovuto alle piazze ed ai beni monumentali del nostro Centro Storico; impresa certamente non facile che richiederà, oltre al nostro impegno, anche la comprensione ed il buon senso di tutte le parti in causa.

Appena rimoduleremo sulla base delle esigenze maturate in questi anni il nuovo regolamento, avremo premura di confrontarci con gli operatori del settore e le rappresentanze dei cittadini per ottenere il miglior risultato possibile.

IL SINDACO

editor

Related Articles