“Mi prepari un caffè?”, i bar di Mesagne pronti per l’asporto

“Mi prepari un caffè?”. Era una di quelle domande che i baristi mesagnesi non sentivano oramai da tempo. Eppure stamattina qualcuno ha alzato la serranda della sua attività ed ha visto entrare qualche cliente. Un buon caffè, rigorosamente da asporto, ha portato una speranza in tanti imprenditori oramai al limite della sopportazione del lockdown. Per la verità in città non c’erano molti bar aperti, si potevano contare sulle dita di una mano. A mettersi in movimento sono stati soprattutto quelli che già avevano deciso di organizzarsi con il servizio a domicilio. Ma nessuno ha alzato i prezzi o imputato al cliente ulteriori spese. Da domani, ci dicono, saranno ancora di più quelli che offriranno il servizio previsto dal l’ordinanza della Regione Puglia. Tra le condizioni fondamentali che il rispetto delle norme di sicurezza, l’utilizzo dei DPI e una enorme dose di pazienza in attesa che questo maledetto virus venga sconfitto definitivamente.

Related Articles