Home Sport Mens Sana Mesagne cede con la Virtus Taranto 

Mens Sana Mesagne cede con la Virtus Taranto 

da Redazione
0 commento 32 visite

menssanaMENS SANA MESAGNE: Perez n.e., Giardino n.e., Gualano 11, Spagnolo 6, Ruggiero 8, Passante 27, Cavallo 3, Caroli 2, Murra 1, Falcone 3. Allenatore: Angelo Capodieci.

VIRTUS TARANTO: Prisciano 19, Fortunato 5, Mineo, Venuto 10, Ionce 7, Massari 14, Bitetti, Pentassuglia 5, De Bellis 6, D’Avino n.e. Allenatore: F. Santoro.

Parziali: 14-19 13-9 11-25 23-13

Arbitri: Bucci e Procacci di Corato.

Seconda sconfitta consecutiva per la Mens Sana Ciaurri Mesagne che cede in casa contro la Virtus Taranto. Sconfitta meritata per i mensanini che per tre quarti dell’incontro hanno sottovalutato l’importanza della posta in palio, pensando che facilmente avrebbero avuto la meglio sulla formazione jonica. Troppo tardi il recupero dei padroni di casa per rimediare ad un approccio completamente sbagliato ed evidenti insufficienze messe in campo dai protagonisti. Coach Capodieci continua a barcamenarsi tra infortuni e defezioni, in settimana Claudio D’Amicis ha abbandonato la squadra definitivamente per inderogabili impegni di lavoro e lasciando in piena emergenza i compagni di squadra. Per la sesta giornata di andata il Mesagne convoca nella formazione senior Perez (1999) e Giardino (2000) e manda in campo Ruggiero, Murra, Passante, Gualano e Spagnolo. La Virtus Taranto di coach Santoro, mesagnese ed ex mensanino, schiera Prisciano in cabina di regia, Venuto, Iodice, Massari e Pentassuglia. Parte subito forte il Taranto con Prisciano che inaugura la gara con un 0-5, risponde subito Passante con la prima tripla, sarà un 4/11 alla fine, ma è sempre la formazione della città dei due mari a condurre il gioco. Ancora una tripla di Prisciano provoca un break per gli ospiti, coach Capodieci inizia le sostituzioni togliendo Gualano, già con due falli personali, per Falcone e Murra per Cavallo. Il primo quarto si chiude sul 14-19. Nel secondo periodo il Mesagne prova a prendersi in mano l’incontro, il solito Passante pareggia sul 25-25, ma subito una tripla di Prisciano riporta gli ospiti in vantaggio e il secondo quarto si chiude con la Virtus ia condurre 27-28. Nel terzo periodo la Mens Sana scompare dal campo. Una difesa inconsistente ed un attacco impreciso, agevolano la fuga tarantina. Il Mesagne in dieci minuti trova le uniche due triple di Falcone e Ruggiero, 1/8 da tre per lui, e quattro tiri liberi di Gualano. Il Taranto approfitta del rilassamento e della imprecisione dei locali, per mettere una seria ipoteca sul risultato finale. Venuto, Pentassuglia ed il solito Prisciano piazzano un parziale di 2-19 e volano sul 30-49 facendo piombare nel silenzio assoluto la numerosa e delusa tifoseria locale. Coach Capodieci prova a cambiare la partita mettendo in campo quattro piccoli con il doppio play, ma la frittata sembra ormai fatta. Il Terzo quarto si chiude sul 38-53 per gli ospiti. Nell’ultimo periodo i padroni di casa rientrano in campo con motivazioni diverse, aumenta la pressione difensiva ed una migliore organizzazione in attacco. I ragazzi di coach Santoro si bloccano e non riescono a trovare più il canestro. Passante ed un rinato Gualano suonano la carica. Il Mesagne piazza un terrificante 14-0 che annulla quasi completamente lo svantaggio (52-54) e riapre le speranze ai tifosi locali. Il Taranto prova a reagire, i tiri liberi aiutano gli ospiti a resistere ad una Mens Sana finalmente tornata ai livelli accettabili. Cavallo e Spagnolo abbandonano il campo per raggiunto limite di falli e lo sforzo messo in campo per il recupero esauriscono la fase positiva dei mensanini. Il Taranto nell’ultimo quarto realizza solo due punti in azione con Venuto, mentre porta a casa la vittoria sfruttando nel migliore dei modi i tiri liberi a disposizione. Ancora un passo falso per la Mens Sana Mesagne che non ha saputo sfruttare neanche la giornata super di Passante (27) che chiude la gara con 5/8 da due, 4/11 da tre, 5/6 nei liberi e 25 di valutazione. Lavoro straordinario per coach Capodieci che deve recuperare il momento negativo dei senior e cercare di infondere la giusta tranquillità ai numerosi giovani, alcuni dei quali esordienti, per ritornare alla vittoria. Il prossimo turno vedrà i mensanini impegnati ancora in casa contro la Murgia Santeramo, sabato 7 novembre ore 18:30, squadra proveniente dalla serie C e che nelle file annovera i due statunitensi Neal e Mayes, una vera novità per il campionato di Serie D.

banner distante

Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND