Home Cronaca Magrì querela Canuto, i Carabinieri ascoltano ex consiglieri comunali

Magrì querela Canuto, i Carabinieri ascoltano ex consiglieri comunali

da Cosimo Saracino
0 commento 100 visite

canuto_magri

“Imbroglione? Come ti permetti! Che io ti denuncio. Sei un maleducato. Maleducato. Rappresenti le istituzioni, ti devi vergognare. Ti devi vergognare!” Furono queste le parole pronunciate dell’ex consigliere di opposizione Domenico Magrì rivolte all’ex vicesindaco Giancarlo Canuto durante il consiglio comunale dell’8 ottobre 2014 in cui si discuteva di bilancio.

Una promessa che in questi giorni si è tramutata in realtà: Magrì avrebbe querelato l’ex vicesindaco Canuto perché sarebbe stato definito da quest’ultimo un ‘imbroglione’. Per questo motivo Carabinieri di Mesagne stanno ascoltando alcuni ex consiglieri presenti al diverbio per ricostruire i momenti salienti di un consiglio comunale che l’allora presidente avv. Fernando Orsini definì: “tra le sedute più infernali”.

Alla base della discussione un comunicato stampa che l’allora raggruppamento di ProgettiAmo Mesagne aveva divulgato in riferimento all’alienazione di Masseria Belloluogo e che l’allora primo cittadino, Franco Scoditti, aveva commentato: “Quindi, rispetto al comunicato che ha fatto “Progettiamo Mesagne”, Consigliere Magrì, è un falso, dire che noi vogliamo vendere quel bene, per coprire un buco di bilancio. È un’affermazione infondata. Falsa! Infondata e falsa. Adesso discuteremo, non c’è nessun buco di bilancio”.

Ne nacque una discussione tra Magrì e l’amministrazione che per una parte può essere riletto nel resoconto stenografico del consiglio. Ma quell’accusa nel verbale non compare da nessuna parte. Per questo i Militari stanno effettuando le verifiche per ricostruire la vicenda.

Intanto, Giancarlo Canuto oramai lontano dalla politica commenta l’accaduto con queste parole: ”È una cosa che mi spiace assai. 25 anni di consiglio comunale con scontri forti ma sempre nel grande rispetto che spero di aver dato e di essermi meritato. Quella sera all’ennesimo attacco che metteva in dubbio l’integrità del bilancio comunale (lo dico con un eufemismo), del quale non avevo la responsabilità, ebbi una reazione di scoramento e abbandonai l’aula criticando aspramente questa disinformazione politica da parte dello stesso consigliere di opposizione. Ho capito solo dopo che lo stesso la prese come offesa sul piano personale e forse avrei dovuto avere la prontezza di chiarire che la reazione era ad un attacco politico e non vi era niente di personale. Ma la gravità delle sue insinuazioni mi avevano molto turbato.  Per il consigliere quella fu l’ultima seduta e non vi è più stato modo di dare la giusta cornice all’episodio. Da qualche giorno ho saputo della querela, sono molto dispiaciuto perché le mie modalità di rapporto con le persone non sono mai state improntate all’offesa neanche quando, e in tanti anni è accaduto molte volte, gli attacchi ricevuti sono stati calunniosi. Ho sempre pensato di difendere la mia onorabilità, semmai ci sono riuscito, con la pratica del mio agire e giammai in aula di tribunale. Attenderò con serenità che mi sia dato modo di chiarire. Pazienza se sarà non nella dialettica politica ma in una aula di tribunale. Tra le ragioni per cui ho lasciato, almeno per ora la politica attiva, al di là delle considerazioni politiche, è stato senz’altro una degenerazione della qualità dei rapporti tra le persone che praticano la politica. Nelle ultime amministrative ero fuori da tutto ma mai tanto veleno si è rivoltato contro la mia persona. Mi pare tutto molto esagerato con un prevalere di stati dell’animo segnati dal rancore e dalla perfidia. Non è una stagione per me!”

Cosimo Saracino

spazio

Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND