Lettera alla Storia scritta da un nostro lettore

Pubblichiamo volentieri una lettera scritta dal nostro lettore Mino che serve a riflettere: 

Ci sarà un giorno (si spera) che la storia ci racconterà.
Chissà quanto lontano e’ ancora quel tempo.
Ora il tempo va impegnato con tutte le nostre forze a lottare contro un MALE.
Spietato
Invisibile
Criminale
Duro, cosi duro da portarci via i nostri cari anziani (e non solo).
Coloro che erano l’enciclopedia dei racconti della nostra Terra, dell’Italia che fu’.
Coloro che raccontavano gli anni 40/50/60.
I nonni che con una ninna nanna ti facevano adormentare.

Ma è anche l’addio a tante persone meno anziane che ci lasciano e li lasciamo soli nel viaggio del PARADISO.

Poi c’e l’Italia di chi sta lottanto. Di chi nelle proprie famiglie è in prima linea ha un marito, una moglie, un figlio che opera in prima linea. Un Operatore Sanitario
Succede pure che quando questi fanno rientro nelle nostre abitazioni tu li guardi e ti chiedi:
“E SE FOSSERO ANCHE LORO INFETTI…”
Ma quando ai tuoi piedi e fra le tue braccia ti vedi uno di loro che con DISPERAZIONE ti grida…E’ morto non abbiamo potuto fare altro per strapparlo alla morte e non importa chi sia, in quel momento è un tuo concittadino, uno dei tanti Italiani che ci lascia, il CUORE si spezza.
Poi succede invece che tu senta gridare più di prima e con tanto ORGOGLIO, gli occhi di lacrime, la voce rotta dai singhiozzi ……………siiiiiiiii è GUARITO.

Capisci che oggi L’Italia e’ una. Che gli ITALIANI siamo una sola cosa. E L’Italia un giorno sara’ piu forte di prima.

Prego Dio che questa lettera faccai parte un giorno di un lieto FINE

Dona 20,00 € Dona l'importo che vuoi tu! Dona 10,00 € Dona 5,00 € Come funziona PayPal

Related Articles