Home Attualità Legalitria, quattro appuntamenti con la legalità e Giovanni Impastato

Legalitria, quattro appuntamenti con la legalità e Giovanni Impastato

da Cosimo Saracino
0 commento 145 visite

Tra il 2 e il 3 maggio, quattro le tappe in Puglia per il festival della legalità: Brindisi, Erchie, Mesagne e Locorotondo

Proseguono gli appuntamenti con Legalitria 2022 in un’intensa maratona della legalità che si terrà il 2 e 3 maggio con la partecipazione di un ospite d’onore: Giovanni Impastato, fratello di Peppino.
Quattro le tappe: Brindisi, Erchie, Mesagne e Locorotondo.
Il lavoro che Radici Future Produzioni e Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato portano avanti da tempo, che mira a costruire un ponte della legalità tra Puglia e Sicilia, sarà raccontato la mattina di lunedì 2 maggio alle ore 10.30 nel Teatro Verdi (Brindisi) dove Impastato incontrerà 800 studenti.
All’evento, che inizia il percorso di lettura con le scuole “Legalitria 2022” nella provincia di Brindisi interverranno tra gli altri: Toni Matarrelli (presidente della Provincia di Brindisi) il sindaco della città Riccardo Rossi, l’assessore alla legalità Mauro Masiello e quella alle politiche sociali Isabella Lettori. Parteciperanno inoltre: Ludovico Abbaticchio (Garante dei Minori Regione Puglia) e Emma Barbaro (premio Livantino 2021). Modererà Leonardo Palmisano direttore artistico Legalitria.
Il pomeriggio del 2, alle 16.30, nella sede della Biblioteca Morvillo – Falcone di Erchie, Impastato inaugurerà il Ceda, Centro di Documentazione Antimafia, intitolato a Peppino Impastato. Si tratta del primo centro pubblico di documentazione antimafia di Puglia e ospiterà ricerche, testi, saggi e ricercatori e laureandi che qui potranno trovare materiali per approfondire lo studio sulle mafie.
L’evento si aprirà con l’accoglienza di Giovanni Impastato presso la sede del Comune di Erchie in via Santa Croce 2 e saranno presenti: il sindaco di Erchie Pasquale Nicolì, l’assessora Pamela Melechì e il vicesindaco Giuseppe Polito.
Alle ore 18.30, nell’auditorium del Castello di Mesagne, Impastato dialogherà con Emma Barbaro sulle nuove mafie, a 30 anni dalla strage di Capaci. Saranno presenti gli studenti di Mesagne impegnati nel progetto Legalitria, il sindaco e presidente della Provincia Toni Matarrelli, l’assessora alla legalità Anna Maria Scalera e il direttore artistico di Legalitria Leonardo Palmisano.
L’intensa due giorni si concluderà il 3 maggio a Locorotondo. A partire dalle ore 10, Giovanni Impastato dialogherà con gli studenti del Basile-Gigante, istituto che partecipa al progetto lettura LegalItria sin dalla prima edizione. Saranno presenti il presidente di Radici Future Edizioni Antonio Loprieno, Tonio Salamina, presidente dell’Associazione LegalItria, i sindaci di: Locorotondo (Antonio Bufano), Fasano (Francesco Zaccaria), Cisternino (Lorenzo Perrini), Alberobello (Michele Longo) e Martina Franca (Francesco Ancona).
Modererà l’incontro il giornalista Gianni Svaldi.
“Siamo fieri – spiega Leonardo Palmisano – che i nostri percorsi di lettura con le scuole stiano diventando sempre più numerosi. Legalitria nasce con questa vocazione educativa alla legalità attraverso iniziative volte a valorizzare la memoria storica e la conoscenza dei principi di legalità. Educare i giovani porta anche a prevenire, in una società contraddittoria come quella moderna, il diffondersi di una visione distorta in cui il successo e il denaro sono da molti considerati gli unici strumenti di realizzazione dell’individuo da ottenersi con ogni mezzo”.

banner distante

Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND