Crispiano Compagnia del velario (160)

La XXX edizione della Rassegna teatrale in Vernacolo V. Alfieri giunge al termine. Domenica 11 marzo alle ore 19 preso il teatro Olmi vi sarà l’ultimo spettacolo e la premiazione finale, con la presenza di tutte le Compagnie teatrali che hanno partecipato all’iniziativa.

La serata sarà introdotta da Claudio Argentieri, La Gazzetta del Mezzogiorno, e Valeria Vacca, segretaria della Pro Loco. Graditissimo ospite sarà il presidente Unpli Puglia Rocco Lauciello, che saluterà tutti gli ospiti insieme  all’Assessore alla Cultura della Città di Latiano, nella persona del Sindaco Cosimo Maiorano, al Presidente della Pro loco, Cosimo Galasso, e tutto il Direttivo dell’Associazione.

La rassegna, organizzata dalla Pro Loco col patrocinio dell’Amministrazione Comunale e  Le terre di La.Er.Te, è programmata in concomitanza con la Giornata del dialetto e delle lingue locali, istituita dall’UNPLI, Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia, per promuovere eventi e iniziative tendenti alla salvaguardia ed alla conservazione del patrimonio linguistico locale.

A chiusura dell’evento, e per festeggiare le sue trenta candeline, vi sarà Culi e Culacchi, spettacolo di Gino Cesaria & Gianni Vico. Culacchiu sta a significare una storiella ridicola. Termine tipicamente Salentino, utilizzato per raccontare dei brevi fatti inverosimili, delle barzellette che possono intrigare, sollazzare… e, naturalmente divertire.

Culi… Basta la parola… Insomma, cunti, culacchi, proverbi, poesie e canzoni popolari dissacranti, sicuramente tra le più significative espressioni culturali della nostra tradizione che, raccontati e cantati in chiave bonaria, e mai strumentalizzati, serviranno a trascorrere un po’ di tempo insieme e a chiudere il trentesimo anno della nostra Rassegna in maniera  rilassante e coinvolgente.