La nazionale femminile di calcio inizia ad appassionare tutti -di Claudia Carone

Proseguono i Mondiali di calcio femminile in Francia e la nostra Nazionale continua la sua corsa qualificandosi ai quarti di finale. Sabato 29 si torna a giocare a Vallenciens, dove tutto è cominciato con la vittoria contro l’Australia. Affronteremo una temibile Olanda, squadra fisicamente molto forte e più abituata a calcare ceri palcoscenici. Il calcio d’inizio è previsto per le ore 15 e si prevede una temperatura di 30° che di sicuro non faciliterà la gara.

Intanto le nostre ragazze continuano ad osare e brillare, ci stanno facendo vedere un bel gioco e soprattutto tutti (finalmente) si stanno accorgendo che le donne possono giocare un “vero calcio”: è logico che le differenze fisiche uomo/donna hanno la loro importanza, ma ciò accade in tutti gli sport: nel tennis, addirittura, si va verso una preferenza per il settore femminile, dato che la tecnica prevale ancora sulla pura forza fisica, che invece fa da padrona tra gli uomini. Nessuno ha mai pensato che  Serena Williams  non giochi un vero tennis, o che Sofia Goggia non faccia un vero slalom, o Federica Pellegrini non pratichi  il vero nuoto… Che d’ora in poi sentiremo parlare anche dei record delle nostre calciatrici?

Oggi i media danno al calcio femminile la giusta attenzione e ogni giorno sui social aumentano i followers delle nostre campionesse. Si spera che questo sia l’inizio di un cambiamento radicale e non solo un momento di esaltazione. Di sicuro tutto il movimento di calcio femminile continuerà a lavorare duramente per ottenere lo status di professionista. Claudia Carone

Related Articles