LA FINETA – Perché sprecare denaro per un manifesto?  – di Marco Argentiere

Oggi facciamo partire una nuova rubrica che abbiamo voluto chiamare La FINETA, per chi non sapesse di cosa stiamo parlando faccia un giro per le nostre campagne e si accorgerà di alcune pietre poste al limite tra un campo ed un altro.  Quella è la FINETA che nessuno può superare altrimenti….  La rubrica verrà curata dal collega Marco Argentiere. Buon lavoro Marco e buona lettura a tutti voi amici lettori. C. S. 
Mesagnestate, il comune spreca denaro per un manifesto di ringraziamenti.

Volevo piangere. Appena ho letto il manifesto di ringraziamenti a firma congiunta sindaco Molfetta e “direttore artistico” Piro volevo piangere, non so se per l’emozione dovuta al ringraziamento ricevuto oppure per la pena di fronte ad una propaganda politica di basso profilo. Nel manifesto sindaco e amministrazione Comunale ringraziano tutti i mesagnesi che a vario titolo ed in vario modo hanno concorso a rendere la nostra città accogliente ed ospitale in una “estate da incorniciare” : io da mesagnese restituisco al mittente i ringraziamenti e rispondo che occorre darsi una mossa altrimenti, più che di estate da incorniciare si dovrà parlare di autunno caldo, molto caldo. Questione Arneo,  questione Servizio di integrazione scolastica, questione Trasporto studenti, questione Chiusura passaggio a livello… i cittadini sono stufi di una politica distante ed arrogante, che impone le sue posizioni spesso in forza di una spending review che poi non viene applicata per la stampa di un inutile manifesto intriso di mieloso buonismo. Il manifesto di ringraziamento si conclude poi con l’auspicio di fare di più e meglio la prossima estate. Caro Sindaco, perché aspettare l’estate? Cerchiamo di fare più e meglio subito, non solo per gli eventi culturali e di spettacolo (che dovrebbero attrarre turisti tutto l’anno), ma anche per tutte le altre problematiche a cui la sua amministrazione non riesce a dare risposte adeguate.

Related Articles

1 Comment

  • Assunta Incielo , 20 Settembre 2016 @ 12:21

    Perché dovremmo sprecare del tempo per leggere questo piccolo cumulo di livore fine a se stesso? Non si tratta neppure di una osservazione arguta, è scritta coi piedi, ma quale rubrica fissa si prospetta?

Comments are closed.