La città di Mesagne ha accolto Radaelli e Dell’Aquila

IMG_8137[1](di Mauro Pasimeni)- Lunedì sera con volo diretto da Roma sono atterrati a Brindisi i due campioni mesagnesi Vito Dell’Aquila medaglia d’ora ai campionati europei juniores di taekwondo, già campione del mondo,  e Francesca Radaelli, medaglia d’argento ai campionati europei.

Ad attenderli presso la struttura del quartiere Papa Sisto, c’erano familiari, parenti, ed amici, che hanno voluto dedicare ai nuovi campioni un momento di festa e di saluti.

Erano presenti, il sindaco Molfetta, il presidente del consiglio l’avvocato Semeraro, il consigliere con delega allo sport Alessandro Cesaria, e il consigliere regionale Mauro Vizzino, che a nome del consiglio comunale, e della città intera, hanno omaggiato i campioni di una targa, a ricordo e come riconoscimento del risultato raggiunto.

Il Sindaco Molfetta ha commentato così il traguardo raggiunto da questi ragazzi: “E’ una vittoria a cui io sono particolarmente affezionato, conosco Vito da quando era piccolissimo, e questa sua vittoria mi riempie personalmente di gioia. Questi eventi di gioia danno ristoro, ai momenti di difficoltà che stiamo vivendo, sono contento per lui, e per la nostra città, è il nostro orgoglio”.

Anche il cosigliere Vizzino era visibilmente contento ed emozionato: “Noi oggi dobbiamo ringraziare questi due ragazzi, che hanno portato sul tetto d’Europa il nome di Mesagne, questa è la parte buona del paese che noi vogliamo vedere. Mesagne va trattata come merita, e queste vittorie ripagano i tanti sacrifici sia del maestro Baglivo, e sia quelli dei ragazzi”.

I due campioni hanno sottolineato quanto è stato difficile arrivare a questo traguardo. Queste vittorie sono il frutto di tanti sacrifici, sia personali e anche delle famiglie, nascono dalla voglia, dall’impegno, dalla passione, ma anche da tante rinunce, e considerando la loro giovane età, dove è più facile mollare, o farsi prendere dalla paura del non riuscire a farcela, questi risultati sportivi assumono un valore importante, a cui ogni ragazzo deve saper guardare, con fiducia ed interesse.

Se continueranno a saper gestire le ansie, le gioie, e rimanere umili, questi ragazzi potranno continuare a regalare nuove emozioni non solo a loro stessi, ma anche ad una intera città che ormai li guarda con stima e fiducia.

Infine il presidente della New Marzial, Fontana, dopo aver sfornato campioni come l’olimpionico Molfetta,  e la campionessa Calabrese, ma anche altri ragazzi che hanno saputo mettere a compimento l’insegnamenti del maestro Baglivo, commenta così: “ Il nostro maestro Baglivo si impegna al massimo affinchè tutti quanti riescano quantomeno a raggiungere gli stessi risultati di chi è più in avanti con la preparazione. Le vit

administrator

Related Articles