Il momento ‘rosso’ di Mesagne

Nella tarda mattinata di ieri il Sindaco di Mesagne,Toni Matarrelli, ha emesso una stringente ordinanza limitativa di condotte nei pubblici spazi oltre e la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado e delle palestre presenti in città a causa dell’esistenza di alcuni improvvisi focolai di contagio pandemico che hanno fatto schizzare il numero complessivo dei nuovi contagiati peraltro abbassando di molto l’età anagrafica.


È evidente che il superiore provvedimento amministrativo mira a salvaguardare la privata e pubblica incolumità in un momento in cui non si può abbassare la guardia nonostante il tanto atteso cambio di colore della regione Puglia che passa dal rosso all’arancione.
L’invito rinnovato rimane quello di limitare gli spostamenti, di eliminare gli stazionamento in gruppo e di fare costante uso corretto della mascherina.
Vietato l’uso di giochi nei parchi.
Ancora una volta l’infimo virus va combattuto sia coi vaccini che, in special modo, con le corrette ed attente condotte che se pur in netto contrasto con le normali relazioni sociali e familiari, risultano l’arma vincente per salvaguardare, ad oggi, se stessi ed i propri cari .
Oggi la città di Mesagne si presentava priva di persone nei tradizionali luoghi di ritrovo e passeggio all’aperto.
La Polizia Locale anche seguendo le direttive sia del Sindaco che della Autorità di Pubblica Sicurezza aumenterà i controlli volendo contribuire a superare un momento “rosso” in cui versa, Suo malgrado, la comunità mesagnese .

administrator

Related Articles