Il Make chiude. Ma vogliamo ancora sperare

Non ve lo avremmo mai voluto comunicare, ma purtroppo è così: il Make chiude. Sono passati vent’anni e in quel luogo, che nel corso del tempo ha avuto diversi nomi e gestori, molti di voi appartenenti a generazioni diverse hanno trovato un’opportunità; qualcuno ha fatto del sogno di diventare un musicista la sua professione, qualcun altro è diventato anche famoso e tantissimi di voi hanno semplicemente trovato nel Make un luogo dove crescere, fare amicizia, appassionarsi, emozionarsi e passare la propria adolescenza e la propria gioventù. Nel nostro cuore rimarranno per sempre tutti i vostri volti, gli occhi, le parole e la vostra musica che hanno reso vivo quel posto: non dimenticheremo mai i tanti concerti, le prove, il “rock festival”, il “distortion” e i tantissimi momenti passati insieme.

Le motivazioni sono tante e diverse ma principalmente chiudiamo perché, essendo il Make una realtà completamente autogestita, economicamente non riusciamo più a coprire le tante spese. Voi ci avete sempre aiutato e supportato ma a darci il colpo di grazia è stato il Covid 19 che ci ha messo definitivamente in ginocchio. Ci sono poche possibilità per tenere in piedi una struttura talmente difficile e onerosa da gestire, ne dobbiamo insieme prenderne atto.

Quella che vi diamo è una notizia triste e crediamo che lo sia anche, con le giuste e ovvie proporzioni, per l’intera Città; fu proprio il Comune di Mesagne infatti a creare in quel luogo un centro di aggregazione che poi successivamente è diventato il Make; il tutto fu frutto di quelle politiche giovanili mesagnesi promosse negli anni ‘90-2000 e che furono un modello per gli altri Comuni e per l’intera Regione.

Il Make chiude ma, nel nostro cuore, vogliamo ancora sperare.

Proprio per questo, senza alcuna pretesa, all’Amministrazione e al Sindaco Toni Matarrelli chiediamo, qualora si liberasse un locale comunale, di pensare a voi che per vent’anni avete reso storico e unico quel posto. Al Comune non costerebbe nulla, anzi ne riceverebbe dei benefici, assegnare una di queste strutture a voi ragazzi e alla musica. Che sia chiaro, siamo coscienti che questo è un periodo difficilissimo e che certamente ci sono tante altre priorità, ma siamo altrettanto convinti che è anche necessario ripartire dal preziosissimo tessuto associativo che da sempre caratterizza Mesagne.

Il Make chiude e a voi va il nostro ultimo abbraccio e ringraziamento: a voi che lo avete reso vivo, che lo avete sostenuto, a voi che della musica ne avete fatto una ragione di vita e anche a voi che nel Make avete trovato semplicemente un luogo dove coltivare le vostre passioni.

Il Make fisicamente chiude ma siamo sicuri che ciò che lo ha ispirato e guidato in questi venti anni, nei nostri e nei vostri cuori, non chiuderà mai.

Grazie di tutto!

(comunque noi la speranza non la perdiamo mai)

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *