I ciclisti di Brindisi scrivono a Matarrelli per un intervento sulle strade di Mesagne

Mesagne è una bellissima cittadina poco distante da Brindisi. Il suo centro storico, sapientemente valorizzato, negli ultimi anni è diventato un’autentica bomboniera. Il centro messapico si raggiunge facilmente in bici dal capoluogo attraverso le complanari alla ss7, oppure percorrendo diversi percorsi sterrati nelle campagne. La via di accesso orientale alla città è via Brindisi, una strada sconnesa, disseminata di buche e avvallamenti, assai insidiosa non solo per i ciclisti, costretti a pericolosi slalom tallonati da auto impazienti, ma anche per ciclomotoristi, motociclisti e gli stessi automobilisti. I medesimi problemi si riscontrano sulla strada che costeggia la zona industriale, prosecuzione della complanare destra direzione Brindisi-Mesagne. La situazione sarebbe da non trascurare, ma perdura, in verità, da diversi anni e nessuno ha provveduto sinora a sistemare quelle strade fatiscenti. Da cittadini che hanno scelto un altro modo di viaggiare, costretti alla massima attenzione, per una questione di sopravvivenza, alle problematiche relative alla viabilità e alla sicurezza stradale, ci sentiamo di rivolgere un accorato appello al nuovo sindaco di Mesagne Tony Matarrelli e alla sua amministrazione affinché vengano adottati tempestivamente i provvedimenti del caso, al fine di scongiurare incidenti che potrebbero arrecare gravi danni alle persone, soprattutto agli utenti deboli della strada, che non dispongono di airbag e di altri dispositivi di protezione (tranne il casco per i ciclisti) a salvaguardia della loro incolumità. Ringraziamo chi farà pervenire questo messaggio a chi di competenza. Associazione Friends’ Bike Brindisi.

Related Articles