Home dal Comune Gli studenti del Ferdinando chiedono al Consiglio approvazione della “Dichiarazione emergenza climatica”

Gli studenti del Ferdinando chiedono al Consiglio approvazione della “Dichiarazione emergenza climatica”

da Cosimo Saracino
0 commento 384 visite

Emergenza ambientale e “diritto umano al clima”: gli studenti dell’istituto “Epifanio Ferdinando” sollecitano l’impegno congiunto per contrastare i cambiamenti climatici determinati da comportamenti umani scorretti e da scelte produttive dannose. Ieri mattina una delegazione di studenti si è recata presso Palazzo di Città accompagnata dal dirigente scolastico, Mario Palmisano Romano per incontrare il sindaco, il presidente del Consiglio Comunale Omar Ture e l’assessore ai Servizi Educativi, Anna Maria Scalera.

I ragazzi ci hanno chiesto di approvare la “Dichiarazione emergenza climatica”, disponibile sulla piattaforma online www.petizioni.com, sostenendo e promuovendo le iniziative di rivendicazione del “diritto umano al clima”, nella duplice declinazione di salute umana e salubrità ambientale e inteso come adempimento del dovere costituzionale di solidarietà, sancito dall’art. 2 della Costituzione, e del dovere universale di difesa dei diritti umani delle attuali e delle future generazioni (Dichiarazione delle Nazione Unite sui difensori dei diritti umani). Il presidente del Consiglio Comunale si è impegnato a far inserire l’argomento tra i punti all’ordine del giorno della prossima seduta consiliare. Nella stessa occasione, su un tema affine, si chiederà alla massima Assise di esprimersi anche sul rinnovo del “Patto dei Sindaci per il rafforzamento degli interventi per un’Europa più equa e neutrale dal punto di vista climatico”.

Si intuisce come la questione dell’emergenza ambientale investa aspetti che implicano profonde ricadute politiche e sociali, poiché amplifica ingiustizie legate alla capacità di adattamento delle popolazioni ai cambiamenti climatici, una capacità influenzata in modo determinante da fattori quali il reddito, la classe sociale, il genere. Ed è fin troppo chiaro come tale emergenza riguardi, in definitiva, la sopravvivenza di alcune specie animali e vegetali e la vita stessa dell’Umanità e del Pianeta.

spazio

Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND