Eroi Partite Iva Mesagne, Angelo Pignatelli: “La politica non è vicina ai reali problemi dei cittadini”

Angelo Pignatelli, come esponente di “Eroi Partite Iva Mesagne, scrive: “Già con l’ingresso dell’Italia nell’euro, il 1Gennaio 2002, il ceto medio italiano aveva ricevuto un durissimo colpo, e la forbice tra i benestanti e chi si avvicinava alla soglia della povertà era già aumentata. Poi nel 2008 tutto il mondo è stato colpito da una gravissima crisi economica, che ancora nel 2020, in Italia, non si era esaurita. La pandemia ha economicamente devastato quel poco di buono che era stato fatto in questi anni. Alle solite categorie di poveri “pensionati al minimo, lavoratori in generale”, adesso si sono aggiunte le Partite Iva, in particolare il settore della ristorazione, Bar, gelaterie, alberghi, e tutti i lavoratori, agenti di commercio, aziende e grossisti, che ruotano attorno ai settori colpiti. Cosa ha fatto realmente tutta la politica in questo anno, poco e niente. Anzi alcuni problemi vecchi del settore, “accesso al credito, tasse elevate, fisco forte con i deboli e debole con i forti, sovraindebitamento e usura,” sono peggiorati. Nonostante il grido di dolore che si leva da tutta l’Italia la politica, fa finta di non capire e non sentire. Ringrazio il Sindaco Toni Matarrelli, il consigliere Regionale Mauro Vizzino, e l’onorevole Gianluca Aresta dei 5Stelle, per la vicinanza dimostrata a tutta la categoria e a me personalmente. Visto che i problemi che sto trattando sono attuali e gravissimi, e che riguardano tutto il territorio nazionale, mi chiedo che fine hanno fatto gli Onorevoli, i Senatori e i Consiglieri Regionali, del nostro territorio, sia dei partiti che si dicono vicini “solo a parole” alle Partite Iva, Lega, Forza Italia e FDI, che di quelli che da sempre, si definiscono paladini della legalità e del lavoro, PD e sinistra in generale. Forse si sono imborghesiti, e sicuramente hanno dimenticato le lotte fatte all’epoca dall’Onorevole Cosimo Faggiano già Sindaco di Mesagne, insieme al Presidente Michele Emiliano magistrato presso la Procura di Brindisi??? Questo non fa altro che dimostrare che la politica attuale vive in un mondo tutto suo, non sa più ascoltare, non è vicina ai reali problemi di tutti i cittadini, e di conseguenza non riesce a farli propri. Per non parlare di tutte le associazioni di categoria che pensano solo a riscuotere la loro quota associativa annuale, ma realmente non fanno niente per le categorie che rappresentano. Tutti bravi a commemorare le ricorrenze degli Eroi come Aldo Moro, Piersanti Mattarella, il giudice Rosario Livatino, il Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, che hanno sacrificato la propria vita per lo Stato, ma siamo sicuri che la politica ha fatto tesoro delle loro gesta, io penso proprio di no. Onore al Senatore Gianluigi Paragone che è venuto a trovarmi durante il mio ultimo sciopero della fame. E’ ora che tutta la politica si unisca “ come seppero fare nel dopoguerra”, abbandonando le proprie bandierine per il bene del popolo sovrano, saranno mai in grado di farlo???

banner unibed
banner distante

administrator

Related Articles