La modernità di Santa Lucia e Sant’Irene

 

Incontro ad Erchie con il Vescovo Pisanello, il Procuratore Capo De Donno, il prefetto Guidato e il Comandante dei Carabinieri De Magistris. “Santa Lucia e Santa Irene: due Donne moderne”: è il titolo della conferenza in programma venerdì 26 aprile, a partire dalle ore 19.15, al Palazzo Ducale di Erchie.

Dopo i saluti istituzionali del sindaco di Erchie (Brindisi), Giuseppe Margheriti, sono previsti gli interventi del Vescovo di Oria, monsignor Vincenzo Pisanello, del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Brindisi, colonnello Giuseppe De Magistris, del Procuratore Capo della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brindisi,  Antonio De Donno e del prefetto di Brindisi Umberto Guidato. Modererà l’incontro il giornalista Antonio Greco.

Sarà l’occasione per porre l’accento su un tema di stretta attualità come la violenza sulla donne condita talvolta da ignoranza, demagogia, pressappochismo e futili e inutili luoghi comuni. L’obiettivo di fondo è quello di mettere a confronto il martirio subito dalle due Sante, Lucia ed Irene, rispettivamente protettrice e patrona della città di Erchie, con una società – quella odierna – che continua a dimenticare il ruolo fondamentale e le esigenze della donna calpestandone la dignità e i diritti. L’iniziativa è stata promossa dall’Assessorato alle pari Opportunità guidato da Chiara Saracino.

Subito dopo la conferenza, in piazza Umberto I, è in programma uno spettacolo di  cabaret sugli stereotipi di genere dal titolo “Donne contro Donne”  e un monologo semiserio “21’ Sull’anima e l’Animaccia”,  a cura di Daniela Baldassarra. Ci sarà spazio anche per la danza con “Il Viaggio delle Donne”, un balletto eseguito dalla ballerina Annamaria Capodiferro , liberamente tratto dal testo di Pinkola Estes “La Danza delle Grandi Madri”. La manifestazioni rientrano nell’ambito dell’evento “Erchie in Giubilo”, in corso di svolgimento nella città brindisina fino al prossimo 4 maggio.

Related Articles