Home Primo Piano Domenica Bitonto-Mesagne.

Domenica Bitonto-Mesagne.

da Redazione
Pubblicato Ultimo aggiornamento: 0 commento 55 visite

IMG_9820(di Mauro Pasimeni)- Nemmeno il tempo per rileggere la partita di giovedì, nel turno infrasettimanale della 12^ di ritorno, pareggiata in casa per 1-1 contro l’Unione Calcio Bisceglie, che è già tempo di pensare alla 13^ giornata, quando il Mesagne andrà a giocare sul campo del Bitonto, in quella che rappresenta l’ennesimo scontro salvezza di questo fine di campionato.

Giovedì, con il pareggio contro l’Unione Calcio, i gialloblù hanno perso l’occasione di agganciare in classifica proprio il Bisceglie, compromettendo così il proseguo del campionato.

Attualmente il Mesagne occupa la quart’ultima postazione con 32 punti, uno in più rispetto all’H.Taranto, salito a quota 31. La zona salvezza adesso è a quota 35, e troviamo ben 4 squadre, come il Molfetta, il Bitonto, il Leverano, e l’UC Bisceglie. Mentre a soli due punti dal Mesagne, e precisamente a quota 34, troviamo l’Otranto.

Si riesce a capire quindi che sino alla fine nulla ancora è deciso, per questo le restanti prossime gare , casalinghe o esterne, rappresenteranno delle vere e proprie finali per il Mesagne.

Giovedì, dopo il triplice fischio dell’arbitro, alcuni tifosi, hanno proferito alcune parole verso la squadra mentre stava lasciando il campo, invitandoli ad onorare la maglia.

Questo ha portato, complice anche la stanchezza e la tensione di una partita delicata ed importante, alla reazione prima del capitano Angelè e poi del mister Ribezzi. Sottolineando il grande sacrificio che tutta la squadra sta portando avanti sin da luglio, quando non si conosceva ancora, nemmeno in quale categoria dover giocare. Squadra fatta con tanti giocatori giovani, ed inesperti per la categoria, che anziché essere incoraggiati, e stimolati vengono fischiati, già prima ancora che tocchino un pallone.

Dopo questo faccia a faccia con la tifoseria, il mister intervenuto ai microfoni di Qui Mesagne, ha chiesto scusa per l’accaduto: “Chiedo scusa se ho offeso qualcuno. E’ solo uno sfogo di un intero gruppo. Forse non tutti hanno capito cosa questo gruppo ha iniziato il 25 luglio. Siamo un gruppo di ragazzi, me compreso, nuovi come esperienza in questo campionato. Il nostro obiettivo è sempre stato quello di salvarci, e far fare bella figura ad una città. Penso, che tranne per qualche partita, possiamo dire che forse ci siamo anche riusciti, perché siamo usciti da tanti campi con i complimenti e gli elogi degli avversari per i nostri ragazzi.

Sentirci dire, dopo aver fatto una partita come questa, che dobbiamo onorare la maglia, oppure togliere un giocatore già dopo pochi minuti, senza che abbia avuto la possibilità di entrare in partita, mi sembra prevenzione da parte di qualcuno e non essere sportivi. Questi sono ragazzi che ogni giorno, tolto il lunedì, si allenano per il bene del Mesagne Calcio, è questo che vogliamo far capire ai tifosi.”

Sulla partita commenta così: “Erano due squadre entrambe con la paura di perdere. Noi abbiamo dato tutto, e siamo anche stati sfortunati nelle conclusioni di Pascual e Coccioli, che potevano avere maggior fortuna.

Adesso come siamo abituati a fare, ci rimettiamo a lavorare per cercare di fare punti, indipendentemente da chi affronteremo, alla fine tireremo poi le somme.”

La vittoria in casa Mesagne manca da quattro turni, in casa contro l’H.Taranto, in queste ultime gare, solo due pareggi, e due sconfitte, realizzando solo un gol .

All’andata la gara finì con la vittoria del Mesagne per 3-2, a segno andarono Mummolo con una doppietta, e Pascual.

Il Bitonto in questo turno infrasettimanale non ha giocato, perché il suo avversario, il Gravina, era impegnato in coppa. La partita sarà recuperata poi il 24/03.

Vengono dalla vittoria casalinga di domenica scorsa contro l’Otranto per 2-1. In casa nelle ultime tre partite consecutive, hanno sempre vinto.

Mister Pettinicchio, ha preso il posto di mister Modesto, dopo la seconda di ritorno, sconfitta in casa contro il Trani (ultima sconfitta interna). Con lui in panchina la squadra ha collezionato 13 punti, frutto di 3 vinte, 4 pareggiate, 2 perse.

Tra i giocatori più pericolosi troviamo Mino Tedesco, prima parte della stagione nel Casarano, autore di 15 reti.

Non saranno della partita gli squalificati Aloisio, e Manzari, autore già di 9 gol.

Arbitrerà la gara il signor Labianca di Foggia, suoi assistenti il signor Sabatino e il signor Cannone di Foggia.

Questo il programma della 13^ di ritorno (13/03 ore 15):

H.Taranto-Grottaglie

Trani-Barletta

Altamura-Casarano

Mola-Castellaneta

Vieste-Gravina

Molfetta-Leverano

Bitonto-Mesagne

Novoli-Otranto

UC Bisceglie-Locorotondo

LA CLASSIFICA:

Gravina 60*

Barletta 57

Altamura 57

Casarano 56

Vieste 52

Trani 45

Mola 39

Novoli 39

Locorotondo 36

Molfetta 35

Bitonto 35*

Leverano 35

UC Bisceglie 35

Otranto 34

Mesagne 32

H.Taranto 31

Grottaglie 19

Castellaneta 19

  • Gravina e Bitonto una gara in meno

Prossimo turno, 14^ di ritorno (20/03 ore 15):

Leverano-Mola

Castellaneta-Vieste

Grottaglie-Bitonto

Mesagne-Molfetta

Gravina-Novoli

Locorotondo-Otranto

Trani-H.Taranto

Barletta-Altamura

Casarano-UC Bisceglie

spazio

Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND