Controlli dei Carabinieri, a Mesagne denunciato perchè coltivava sul terrazzo la canapa indiana

I Carabinieri della Compagnia di San Vito dei Normanni e delle Stazioni di Carovigno, Latiano e Mesagne hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nell’ambito delle giurisdizioni di competenza con l’esecuzione di posti di controllo e perquisizioni. L’attività è stata finalizzata alla prevenzione e repressione dei reati contro la persona, il patrimonio e il contrasto allo spaccio di stupefacenti, nonché al controllo della circolazione stradale sulle arterie interessate da maggior traffico per prevenire e reprimere condotte di guida che mettono in pericolo l’incolumità delle persone. Il servizio attuato ha anche interessato le aree periferiche, nonché le contrade rurali dei Comuni. Nell’ambito delle attività, i militari hanno deferito in stato di libertà un 37enne operaio di Latiano, per guida sotto l’influenza dell’alcol. L’uomo, nel corso di un posto di controllo alla circolazione stradale, è stato sorpreso alla guida dell’autovettura Mercedes classe A, di proprietà di un familiare, in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di alcol. Sottoposto ad accertamento, gli è stato riscontrato un tasso alcolemico pari a 1,34 G/L. La patente è stata ritirata e il veicolo affidato al proprietario. Per quanto riguarda la guida in stato di ebbrezza è l’art.186 del codice della strada: che punisce le condotte di chi guida in stato di ebbrezza alcolica. Le sanzioni, previste variano a seconda del tasso alcolemico riscontrato, vi sono infatti tre soglie: la prima per valori superiori a 0,5g/l e non superiori a 0,8g/l (grammi/litro) contempla una sanzione di natura amministrativa pecuniaria con la depenalizzazione dell’illecito; la seconda con un tasso alcolemico superiore a 0,8g/l e non superiore a 1,5g/l integra una contravvenzione punita con le pene congiunte dell’ammenda e dell’arresto; la terza con un tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l è punita con sanzioni congiunte dell’arresto e dell’ammenda comminate in misura maggiore rispetto alla seconda soglia. Alle sanzioni più afflittive previste dalla terza soglia si aggiunge la confisca obbligatoria del veicolo –salvo che non appartenga a terzi- e la revoca della patente di guida.

In stato di libertà è stato deferito un 25enneresidente a Carovigno con pregiudizi penali specifici, affidato in prova ai servizi sociali, trovato in possesso ingiustificato di attrezzi atti allo scasso. In particolare, all’interno dello sportello della propria autovettura su cui viaggiava sono stati rinvenuti una pinza e quattro cacciaviti, sottoposti a sequestro.

Due sorvegliati speciali con obbligo di soggiorno, rispettivamente, uno residente in Carovigno e il secondo a Mesagne, sono stati deferiti poiché controllati in compagnia di persone che hanno subito condanne, contravvenendo alle disposizioni dell’Autorità Giudiziaria.

In Mesagne, un pregiudicato 28enne del luogo è stato denunciato per coltivazione di canapa indiana. In seguito alla perquisizione domiciliare effettuata nella sua abitazione gli sono state rinvenute due piantine di marijuana coltivate nei vasi sul terrazzo, sottoposte a sequestro.

Nel corso dei controlli sono state segnalate all’Autorità Amministrativa 9 persone, 4 residenti a Carovigno, una residente a Latiano, 2 a San Vito dei Normanni, 1 a Ceglie Messapica e 1 a Torre Santa Susanna, trovate in possesso, a seguito di perquisizione personale e veicolare, di modiche quantità di sostanze stupefacenti; in totale sono stati rinvenuti 8 grammi di marijuana, 5 di hashish il tutto sottoposto a sequestro.

Nel complesso, i Carabinieri hanno eseguito 14 perquisizioni tra personali e domiciliari, identificato 94 persone di cui 18 di particolare interesse operativo, controllato 67 autoveicoli oltre a 6 esercizi pubblici. Sono stati anche controllati 9 soggetti sottoposti a misure cautelari e di prevenzione.

Related Articles