Home Dal Territorio Congresso regionale di ortopedia a Brindisi

Congresso regionale di ortopedia a Brindisi

da Cosimo Saracino
0 commento 82 visite

Il problem solving e le nuove tecnologie in Ortopedia e Traumatologia saranno al centro dei lavori della due giorni in programma a Brindisi, il 21 e 22 ottobre, con un congresso regionale organizzato dall’Aploto, l’associazione pugliese-lucana degli ortopedici e traumatologi ospedalieri, patrocinato dalla Asl Brindisi. L’evento, che si terrà nella sala conferenze del Comune di Brindisi a Palazzo Granafei Nervegna in via Duomo, sarà l’occasione per ascoltare dai protagonisti della specialità le ultime novità nel campo

ortopedico, per discutere i casi clinici più interessanti e per formare i medici che si occupano di traumi con l’esposizione di nuove tecniche e protocolli da seguire durante gli interventi. Il presidente del congresso è il direttore dell’Unità operativa complessa di Ortopedia e Traumatologia dell’ospedale Perrino di Brindisi, Gianfranco Corina, che sarà affiancato dal presidente onorario, Biagio Moretti, e dalla segreteria scientifica presieduta da Giovanni Vincenti.

“Le malattie muscoloscheletriche – spiegano – sono tra le maggiori cause di morbilità e disabilità nella popolazione dei paesi occidentali. L’evoluzione delle conoscenze patogenetiche e della tecnologia biomedica ha generato una notevole spinta innovativa nella cura di queste patologie. Lo scopo principale del congresso Ë di porre l’attenzione sulle nuove acquisizioni nel campo della fisiopatologia di processi biologici chiave, quali la modulazione del metabolismo e della consolidazione ossea, l’affascinante e complessa interazione tra muscolo e scheletro e tra tessuto osseo e tendineo”.

In particolare, saranno approfondite le caratteristiche di un sostituto osseo ideale, le nuove frontiere della terapia delle malattie metaboliche dell’osso, l’osteoporosi e l’algodistrofia. Un’ampia parte dell’evento sarà dedicata alle novità tecnologiche che migliorano l’outcome della chirurgia ortopedica, sia in termini di strumenti che di materiali utilizzati. Si parlerà, poi, delle innovazioni tecnologiche che hanno permesso i progressi della riabilitazione delle malattie neuro-muscolo-scheletriche come la robotica e la realtà virtuale.

La prima delle due giornate sarà dedicata alla discussione interattiva dei casi clinici relativi alle fratture del femore distale: dalle 15, si alterneranno i professionisti che esporranno i propri lavori, precedendo la riunione del consiglio direttivo dell’Aploto. Nella seconda giornata è previsto il focus sulle infezioni in ortopedia e traumatologia, l’approfondimento sulle fratture del collo del femore nel paziente geriatrico e sui mezzi di sintesi nel trattamento delle fratture laterali del collo del femore.

Evento con crediti Ecm rivolto a medici di tutte le discipline, infermieri, fisioterapisti, tecnici ortopedici, tecnici di laboratorio biomedico, tecnici di radiologia medica, per un numero massimo di 100 partecipanti.

Per iscrizioni http://www.motusanimi.it/iscrizione-online/  Informazioni info@motusanimi.com

spazio

Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND