spazio

“Cittadinanza è…Costituzione” in un calendario delle classi quinte del Secondo Circolo di Mesagne

Natale…tempo di attesa e di rinascita… tempo di riflessione e di introspezione per le alunne e gli alunni   di classe quinta del Secondo Circolo di Mesagne, plessi “Giovanni XXIII” e “Giovanni Falcone”. In uno scenario, quello attuale, caratterizzato da incertezze, mutamenti rapidi e la perdita di valori, la scuola ha un compito delicato e difficile: quello di insegnare ad educare allo sviluppo del senso critico, all’utilizzo consapevole delle informazioni disponibili. In aiuto arrivano i “saperi che vengono dal mondo”, tematiche antiche del passato, mai completamente risolte che oggi tornano alla ribalta: il razzismo, la sostenibilità ambientale, le questioni di genere e più in generale la questione dei diritti negati. Le dimensioni della Cittadinanza in questo periodo hanno riguardato le questioni di genere. Si è pensato infatti ad un calendario 2020 che accompagnasse il tempo dei giorni e dei mesi. Si tratta però di un calendario speciale, un calendario che per poterlo realizzare ha richiesto lo studio di 7 biografie, 7 storie di donne, 7 pretesti diversi per occuparsi di diritti!

Queste donne che i bambini hanno studiato e disegnato sono assai diverse tra loro perché si sono distinte su fronti differenti ma nella poliedricità delle loro biografie sono accomunate da un denominatore comune: la forza, il coraggio, la partecipazione attiva, la solidarietà, la pace. Donne nello spazio e nel tempo, donne che hanno combattuto per l’affermazione di diritti  che hanno bisogno di essere esigiti e ricordati perché mai più nulla accada: da Malala diventata simbolo di libertà, di emancipazione, di lotta per i diritti del suo paese a Greta Thunberg che ha avuto il coraggio di denunciare ai leader politici mondiali i mali del nostro pianeta con lo sguardo rivolto alla sostenibilità ambientale; all’astronauta Samantha Cristoforetti, alla partigiana -filosofa  Simon Weil,  a Bebe Vio, forza della natura  a Liliana Segre che certamente non ha bisogno di presentazione! A far da madrina Madre Teresa di Calcutta, stella tra le stelle…

Natale tempo di stelle e di sogni… e se la stella di Liliana ha brillato una luce più intensa, le luci di queste altre stelle potrebbero accendere l’intero firmamento, nello spazio e nel tempo, tra radici ed ali, facendo guardare ai nostri bambini con fiducia e speranza al futuro… affinché non vivano da spettatori le questioni sociali ma siano attivi e partecipi sostituendo alla competizione la cooperazione, l’impegno in nome e per conto di quei valori senza tempo espressi dalla nostra Costituzione perché occuparsi di Cittadinanza è Costituzione!

Related Articles