Cani morti alla Misericordia, gli animalisti chiedono altri esami

Riceviamo e pubblichiamo: “Dalle ultime dichiarazioni apprese dal veterinario Asl a mezzo stampa, attendiamo la visione dei referti degli esami tossicologici e dell’autopsia su uno dei tre cani deceduti.
Ad oggi l’esito degli esami ci lascia sgomenti e ci induce ad alcune riflessioni;
l’esito è talmente banale che inevitabilmente si apre un conflitto interiore in ognuno di noi, dal piu’ complottista al piu’ superficiale.

Una gamma cosi’ ampia di sostanze tossiche non sia risultato nessun positivo per i cani della Misericordia; è facile pensare se questi esami siano stati eseguiti nel modo appropriato oppure ci sia stata una tale intenzionalità ad avvelenare quei cani che è stato utilizzato un veleno che non fosse riconducibile ai comuni tossicologici utilizzati in agricoltura o su altre specie animali.

A questo punto chiediamo al comune di procedere a rifare gli esami in un laboratorio specifico per capirne realmente la causa; in ogni caso sono morti 3 cani e un quarto sopravvissuto (Bianchina) contemporaneamente nello stesso posto.
Quei cani noi li abbiamo visti morire senza riuscire a fare nulla e convincerci che è stata una morte casuale o dovuta ad altre cause non chiare alimenta ancor di più i nostri dubbi.
In questi mesi abbiamo sollecitato gli enti preposti per avere notizie circa l’esito degli esami e questo notevole ritardo mai ci avrebbe fatto pensare ad un esito negativo, semmai il contrario.
Ad ogni modo continueremo ad approfondire la situazione e ringraziamo tutti coloro che direttamente e indirettamente ci sostengono e ci incoraggiano a proseguire nel nostro operato.

Ass. Gli Amici di Snoopy ODV
Oltre la Specie

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *