Home Attualità Assegnato all’ISBEM il premio “Eccellenza Italiana” 2022

Assegnato all’ISBEM il premio “Eccellenza Italiana” 2022

da Cosimo Saracino
0 commento 433 visite

È stata assegnata al Prof. Alessandro DISTANTE, cardiologo di fama internazionale e Presidente dell’Istituto di ricerca salentino ISBEM (Istituto Scientifico Biomedico Euro Mediterraneo) la vittoria della 9a edizione del Premio internazionale Italia-USA “Eccellenza Italiana”, assegnato ieri a Roma e in contemporanea a Washington D.C. dall’altra parte dell’oceano. 

Il Premio Eccellenza Italiana è stato ideato 9 anni fa dal giornalista economico Massimo Lucidi per raccontare l’Italia del Merito e del Talento (tra i Presidenti Onorari del Premio del triennio in corso e di quelli precedenti figurano personalità del calibro di Antonio Lamborghini, George Guido Lombardi e Santo Versace, che evocano l’eccellenza italiana ed il Made in Italy). 

La premiazione avviene ogni anno nella settimana dedicata in America a Cristoforo Colombo e – fin dalla sua fondazione – ha coinvolto aziende e professionisti, per raccontare storie e brand di successo ma anche giovani o start-up, presentando la via italiana verso il futuro, che parla la lingua dell’innovazione e della responsabilità sociale. 

Il Prof. Alessandro Distante è medico cardiologo formatosi tra Pavia e Pisa alla scuola di cardiologia del Prof. Attilio Maseri (scopritore del vasospasmo coronarico), unico italiano ad aver mai ricevuto la massima onorificenza dell’American College of Cardiology e noto per aver portato dagli USA in Italia l’ecocardiografia, ancor giovanissimo, alla fine degli anni ’70. Ha affiancato il Prof. Donato nella costruzione del visionario Istituto pisano di Fisiologia Clinica del CNR, primo esempio italiano di integrazione tra ricerca scientifica e assistenza clinica, di cui ha aperto la sezione Leccese. Su invito del compianto Rettore dell’Ateneo salentino Gino Rizzo (a cui si deve il campus universitario Ecotechne e molto di quel che è oggi l’Università del Salento), accettò di rientrare nella sua terra di origine per fondare e dirigere un Istituto di ricerca biomedica che affiancasse la quotidianità dei clinici nei loro luoghi di lavoro ospedalieri o territoriali.

 Al Prof. Distante va il merito di aver impiantato in Salento il seme di questa “vision” che congiunge la Ricerca all’Assistenza e alla Formazione – coinvolgendo anche le imprese, le scuole e il mondo della comunicazione – che sia l’Università del Salento che ASL Lecce e Regione Puglia hanno fatto proprie per avviare e perseguire lo sviluppo della nuova Scuola/Facoltà medica salentina. 

Da 23 anni l’ISBEM forma giovani ricercatori per fare in modo che non proprio tutti i salentini talentuosi vadano via e al contempo attira “cervelli” da altre regioni italiane o dall’estero che abbiano voglia di contribuire dal Salento all’innovazione scientifica in campo bio-medico e socio-sanitario e tecnologico. Sono 61 i posti aggiuntivi in Dottorato di Ricerca finanziati finora da ISBEM, di cui gran parte a beneficio dell’Università del Salento, oltre a centinaia di assegni di ricerca annuali o pluriennali e 35 ricercatori stabilizzati nella Sezione di Lecce del CNR-IFC. 

Dal Salento il Prof. Distante e i suoi allievi sono riusciti a produrre ricerche pubblicate sulle più importanti riviste scientifiche come Lancet, British MedicalJournal, American Jorunal of Cardiology e molti altri. “ISBEM arriva dove l’Università non è o non può essere presente, anche capillarmente dall’area di Brindisi-Taranto fino a Santa Maria di Leuca. 

Un istituto come ISBEM in Salento è al servizio dei giovani e ha bisogno del sostengo di tutte le istituzioni locali perché offre ai nostri ragazzi neo-laureati, che non possono essere tutti assorbiti in loco subito dopo la Laurea, la possibilità di impegnarsi in un percorso scientifico senza lasciare il proprio territorio, come ponte per il successivo inserimento a medio termine in posizioni strutturate presso l’Università e imprese locali” dichiara il prof. Distante, lanciando un appello ad amministratori e stakeholders di tutto il Salento.

Fonte corriere.it

spazio

Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND