Domani il Mesagne calcio in campo per la settima di campionato

IMG_7943[1](di Mauro Pasimeni)- Domenica pomeriggio al Guarini di Mesagne, calcio d’inizio alle 15:30, si affronteranno per la settima di campionato, Mesagne e Barletta.

Per la società del patron Todisco, si tratta di una gara di prestigio, considerando che la formazione barlettana, appena un anno fa, militava nel campionato di Lega Pro.

Sarà una partita molto sentita in città, la società spera di registrare una buona affluenza di pubblico. Vincere domenica in casa sarà fondamentale, una vittoria porterebbe il Mesagne a 9 punti.

In settimana la squadra si è allenata bene, mettendo la giusta intensità già negli allenamenti. Sarà importante partire bene, ed in casa il Mesagne ha sempre dato prova di buone prestazioni, infatti i sei punti attuali in classifica sono stati raccolti tra le mura amiche, frutto di due vittorie contro Gravina e Grottaglie.

Purtroppo però la squadra gialloblù e chiamata ad invertire la tendenza, non basta solo giocare bene e raccogliere elogi, ma occorre anche essere più concreti, specialmente sotto porta, dove pur creando molto, si ha difficoltà a fare entrare la palla in rete.

Domenica scorsa il Mesagne ha giocato, ed ha perso per due a uno, in quel di Trani. Partita dove sicuramente gli uomini di mister Ribezzi, avrebbero meritato almeno un punto, ma un po’ la sfortuna, un po’ la bravura del portiere locale, unita alle ingenuità della squadra gialloblù, sia in difesa che in attacco, hanno prodotto la terza sconfitta su tre partite giocate fuori casa.

Adesso si spera in un risultato pieno contro il Barletta. La squadra è consapevole dell’impegno difficile, ma con l’aiuto del pubblico di casa, sicuramente riuscirà a sfoderare una prestazione maiuscola, cercando di giocare in maniera ordinata, e sfruttando le ripartenze con i suoi attaccanti.

In casa gialloblù sono quasi tutti a disposizione, tranne Carteni, fermo per un risentimento al ginocchio, e Denisi Bruno, operato in settimana al menisco.

Sicuramente mister Ribezzi, apporterà alcune modifiche, rispetto alla gara di domenica a Trani.

 

 In difesa potrebbero tornare a giocare il trio Angelè, Serio, e Camisa, che garantirebbero più copertura e sicurezza al reparto. Rimarrebbero da sciogliere i nodi di chi far giocare come under, e quali centrocampisti inserire. Tra gli under, sicuri di un posto titolare sono il centrocampista Denisi C., e il difensore Del Prete, per il ruolo di terzo under, dovrebbe essere un ballottaggio tra Zanzariello, Sbano e Di Cesaria. A centrocampo al fianco del confermato Morleo, dovrebbe agire Perlangeli.

Ma attenzione alla sorpresa Hamadi. Rimasto in tribuna domenica, molto probabilmente sarà della partita, da capire se partirà dalla panchina, oppure schierato dal primo minuto. Lo spagnolo può ricoprire sia il ruolo di difensore centrale, e sia quello di centrocampista.

In attacco invece troviamo la coppia Pascual – Mummolo, che tanto bene sta facendo in questo inizio di campionato. Anche se proprio l’attaccante argentino, intervistato domenica a fine gara ha sintetizzato perfettamente la  difficoltà di un reparto, che pur giocando bene, segna poco, e segnando poco si fa fatica a chiudere le partite e portare a casa punti necessari per la salvezza.

Il Barletta invece è reduce dal pareggio interno contro la capolista Gravina per 1 a 1. A fine gara mister Pizzulli, si è mostrato entusiasta per il risultato ottenuto, arrivato per altro in inferiorità numerica.

Ma con molta probabilità, la squadra bianco-rossa perderà la partita per 0-3 a tavolino, a seguito del reclamo presentato dal Gravina, il risultato non è stato omologato dal giudice sportivo. La società del Gravina, si è accorta della presenza tra le file bianco-rosse di un calciatore squalificato, e tale calciatore risponderebbe al nome di Rinaldo Piazzolla, squalifica che sconterà domenica. Se ciò dovrebbe essere accertato (e non dovrebbero esserci dubbi), al Barletta sarà tolto un punto in classifica, scendendo così da quota nove, ad otto punti.

Il Barletta è squadra pericolosa soprattutto fuori casa, dove ha ottenuto le sue uniche vittorie in campionato, e precisamente due, perdendo una sola volta in quel di Novoli per tre reti ad una. Ha segnato fuori casa 4 reti subendone sempre 4.

Tra gli uomini più in forma c’è l’attaccante Ladogana, autore di una doppietta nella trasferta di Otranto, ed a segno anche domenica contro la capolista, suo il gol del momentaneo vantaggio, realizzato al 5’ del primo tempo. Oltre all’esperto attaccante, ex Brindisi, già a quota tre reti segnate, da tenere in considerazione sono anche Rizzi (il capitano), e Monopoli, che insieme formano la coppia di difensori centrale, il centrocampista Cantatore, ed il portiere Di Candia, vecchia conoscenza di questi campionati 

Non sarà della partita invece l’altro attaccante Sguera. Anche lui a quota tre reti realizzate, è stato fermato per due giornate a seguito di un rosso diretto per fallo di reazione.

L’attaccante a fine gara si è giustificato così: “Un parapiglia normale, abbiamo saltato entrambi sulla linea del fondo, ci siamo tirati un po’ giù e abbiamo scambiato qualche battuta. L’arbitro ha detto di aver visto un morso ma io non ho toccato minimamente il giocatore avversario”.

Luigi Monopoli, vincitore l’anno scorso del campionato di Eccellenza Toscana con il Viareggio, parla della sfida di domenica: “Sicuramente noi puntiamo a vincere ogni partita, dal punto di vista motivazionale e morale siamo in buona forma e andremo lì per dire la nostra.  Dal punto di vista delle motivazioni, quella di domenica scorsa contro il Gravina è la più facile che ci possa essere, mentre una gara con meno appeal come quella contro il Mesagne può indurre ad abbassare la guardia. Noi non dovremmo farlo e dobbiamo provare a portare a casa i tre punti ed anche se questo non accadesse continueremo a lavorare a testa bassa, puntando a far bene partita dopo partita”.

Questo è il programma della 7’ giornata:

Casarano – Grottaglie

Gravina – Castellaneta

Leverano – Bitonto

Mesagne – Barletta

Molfetta – H.Taranto

Novoli – Altamura

Otranto – Mola

Locorotondo – Trani

UC.Bisceglie – Vieste 

 

 

editor

Related Articles