Home Dal Territorio Il 26 febbraio, Mobilità sostenibile e sicurezza stradale…un disegno per Mesagne

Il 26 febbraio, Mobilità sostenibile e sicurezza stradale…un disegno per Mesagne

da Cosimo Saracino
0 commento 249 visite


invito divittorio

In occasione dell’anniversario dalla morte di Ernesto De Francesco l’Associazione ‘Giuseppe Di Vittorio’, l’Associazione Cicloamici e la STP Brindisi organizzano, venerdì 26 febbraio ore 17:30 in via Castello 20, un incontro pubblico dal tema “Mobilità sostenibile e sicurezza stradale, un disegno per Mesagne”. L’incontro verrà trasmesso in diretta streaming su Quimesagne.it

Il traffico motorizzato ed in particolare quello privato è responsabile non solo del congestionamento delle città ma anche della qualità dell’aria, della sicurezza stradale e della salute. Mesagne è una città del Sud Italia che per dimensioni, clima, orografia può consentire un profondo cambiamento della mobilità e della qualità di vita.

Partendo dall’analisi dell’esistente e traendo ispirazione da progetti e pratiche virtuose di altri paesi d’Italia e d’Europa l’incontro pubblico vuole indicare nuove prospettive per lo sviluppo dello spazio urbano e della mobilità.
Nei contributi degli esperti che interverranno sarà evidenziato come la mobilità sostenibile e la sicurezza stradale passino per interventi di moderazione del traffico tesi a ridurre la velocità e il flusso del traffico. Questi interventi sono relativamente economici consistendo nella modifica delle traiettorie e della velocità ma soprattutto nella modifica dei comportamenti dei cittadini.

Una nuova organizzazione dei trasporti pubblici può contribuire ulteriormente a ridurre il traffico motorizzato privato. Questo non vuol dire riempire la città di tanti e ingombranti mezzi pubblici bensì implica una nuova organizzazione di questi ultimi. La trasformazione si può attuare attraverso strumenti di intermodalità ovvero con la possibilità di commutazione treno/autobus/bici, attraverso la trasformazione della linea ferroviaria Mesagne Brindisi in una sorta di “metropolitana leggera”, attraverso il potenziamento e miglioramento del trasporto pubblico su ruota. La città di Mesagne avendo una superficie urbana limitata dovrebbe infine avere come mezzo di trasporto privilegiato la bici. La bicicletta potrebbe diventare in assoluto il mezzo più veloce comodo efficiente ed ecosostenibile.  Il nuovo “disegno” per la città di Mesagne si configura sostanzialmente come una rivoluzione copernicana ovvero con l’affermazione della pari dignità di ciclisti e pedoni a vivere in città rispetto agli automobilisti.

Il programma

Introduzione: Cosimo Faggiano, presidente dell’asosciazione Di Vittorio

Interventi:
“Vivere la città a piedi e in bicicletta”, Antonio Licciulli, Associazione Cicloamici
“Qualità e sicurezza nello spazio urbano”, Alberto Marescotti, Architetto Padova
“Il trasporto urbano a Mesagne, il quadro attuale e le possibili dinamiche evolutive”, Maurizio Falcone direttore STP Brindisi SPA
“Disegnare una mobilità sostenibile, metodi investimenti e ritorni”, Giuseppe Castrovillari Ingegnere area mobilità STP
“I progetti e le tecnologie per un trasporto sostenibile una veduta d’insieme” Anna Francesco Sparviero Ingegnere STP

spazio

Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND