Home Cronaca Operazione congiunta di Polizia e Carabinieri per la presenza di extracomunitari che chiedono denaro

Operazione congiunta di Polizia e Carabinieri per la presenza di extracomunitari che chiedono denaro

da Redazione
0 commento 26 visite

CommissariatoNell’ambito dei servizi mirati alla prevenzione e repressione dei reati in genere, personale del Commissariato, unitamente a personale della Stazione dei Carabinieri è intervenuto, intorno alle ore 12:00 odierne, nella zona industriale ed in particolare nei parcheggi dell’AUCHAN, anche a seguito di segnalazioni giunte al 113 ed al 112 inerenti la presenza di persone di colore che chiedono con insistenza somme di denaro ai clienti del centro commerciale.

Si tratta dell’ennesimo intervento che le forze dell’ordine effettuano nel tentativo di scoraggiare queste persone che incutono timore nei confronti dei clienti, soprattutto quanto trattasi di persone anziane o donne con bambini.

Purtroppo il copione che si ripete è sempre lo stesso: alla vista delle forze dell’ordine scappano via in ogni direzione, sottraendosi ai controlli finalizzati a verificare la loro regolarità sul territorio.

Analogamente accadeva questa mattina, quando un’auto della Polizia ed una dei Carabinieri si sono portate nel parcheggio del Centro Commerciale AUCHAN. Quattro persone di colore scappavano in varie direzioni. Due entravano all’interno del Centro e i poliziotti ed i Carabinieri riuscivano ad intercettarli. Due nigeriani dell’età di 21 e 33 anni, ospiti  in Carovigno, presso la struttura denominata Green Garden,  venivano condotti negli Uffici del Commissariato dove veniva accertata la loro regolarità sul territorio. Gli stessi, privi di documenti di riconoscimento, venivano identificati compiutamente anche attraverso la banca dati dell’Ufficio Immigrazione e successivamente denunciati in stato di libertà all’A.G. per il reato previsto e puniti dalle legge sull’immigrazione (d.lgs. 286/98) che, all’art. 6, comma 3, stabilisce l’obbligo  per lo  straniero  di esibire,  a  richiesta degli ufficiali e agenti di pubblica   sicurezza, il passaporto o altro documento attestante la regolare presenza nel territorio dello Stato.

banner distante

Potrebbe piacerti anche

QuiMesagne – redazione@quimesagne.it
Testata giornalistica Qui Mesagne registrata presso il Tribunale di Brindisi Registro stampa 4/2015 | Editore: KM 707 Smart Srls Società registrata al ROC – Registro Operatori della Comunicazione n. 31905 del 21/08/2018

Amministratore Unico/Direttore Editoriale: Ivano Rolli  – Direttore Responsabile: Cosimo Saracino

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND